Natale a tavola: 2,5 miliardi di spesa. Trionfo del made in Italy

Gli italiani in questo Natale rinunceranno a qualche regalo ma non alla spesa per cibi e bevande per pranzi e cene delle feste. Dalla Cna alla Coldiretti le previsioni concordano, niente rinunce a tavola, con un occhio ai prezzi e al canale di vendita.

In particolare dallo studio della Confederazione nazionale artigianato e piccola e media impresa è emerso che gli italiani spenderanno in prevalenza per per panettoni e pandori seguiti a ruota dagli acquisti di cioccolato, formaggi, salumi, vini e spumanti.

Secondo Coldiretti, sulla base di uno studio di Swg, il 92% degli italiani trascorrerà il Natale a casa, seduto a tavola con parenti e/o amici e si spenderà il 10% in più rispetto all'anno scorso. Solo il 3% andrà al ristorante, l'1% in agriturismo.

In totale la tavola delle feste costerà agli italiani 2,5 miliardi di euro, quasi un miliardo verrà speso per acquistare il pesce stima Impresa Pesca Coldiretti. Il 59% degli italiani servirà per cene e cenoni solo prodotti made in Italy, il 23% prodotti locali, l'11% prodotti biologici e il 18% guarderà alle offerte più convenienti.

E il made in Italy alimentare si conferma sempre più apprezzato anche all’estero, dove trionfa l’export di casa nostra che quest’anno è da record avendo superato per la prima volta, sempre secondo le proiezioni di Coldiretti, i 2,7 miliardi di euro.

Oltre a spumanti, vini, grappe e liquori, formaggi e pasta, molto gettonate per questo Natale sono le richieste di dolci natalizi: panettoni e pandori, ma anche torte e altri deliziosi prodotti di biscotteria e panetteria.

Foto © Getty Images

  • shares
  • +1
  • Mail