Polizze vita: prelievo del 2 per mille dal 2018

2 per mille

Nella bozza della manovra 2018 spunta un prelievo del 2 per mille sulle polizze vita rivalutabili. Dall’1 gennaio 2018 si pagherà un'imposta di bollo del 2 per mille sulle polizze vita a capitale garantito o meglio sulle comunicazioni inviate ai clienti che hanno un contratto del Ramo vita I "con esclusione della componente per la copertura del rischio di morte o di invalidità permanente da qualsiasi causa derivante".

Di una mini patrimoniale a carico dell’assicurato per polizze comunque molto diffuse e non speculative parla Il Sole24Ore. La bozza del Ddl di bilancio approderà in Senato la prossima settimana. Secondo i tecnici del Tesoro l’imposta di bollo del 2 per mille sulle polizze vita garantirebbe nel 2018 un maggior gettito fiscale per 194 milioni di euro e 292 milioni di euro dal 2019.

Imposta di bollo 2 per mille polizze vita: cosa riguarda

L’imposta di bollo del 2 per mille, secondo lo schema di ddl, colpirà i valori maturati da gennaio 2018 ed è dovuta "al momento del rimborso o del riscatto della polizza". In realtà per le compagnie d’assicurazione che operano come sostituti d’imposta non si tratta di una novità dato che il bollo del 2 per mille esiste già per le polizze del Ramo III (United ed index linked) e del Ramo V (polizze di capitalizzazione).

Sulle polizze vita rivalutabili il 2 per mille se calcolato sulla durata media di un polizza vita di 10 anni comporterà ad esempio un prelievo finale del 2%.

  • shares
  • +1
  • Mail