Affitti brevi: cedolare secca dimezzata al 10%?

cedolare secca al 10% affitto

Per gli affitti brevi una cedolare secca al 10% al posto del 21% che si paga oggi. È quanto spunta in uno degli oltre 700 emendamenti dalla legge di bilancio che martedì saranno al voto presso la competente commissione del Senato.

La proposta della cedolare secca al 10% per gli affitti brevi riguarderà, se approvata anche i contatti conclusi anche con le piattaforme elettroniche tipo Airbnb, in ogni caso la misura entrerebbe in vigore in via sperimentale per tre anni.

I fondi ci sono, l’emendamento è stato ripresentato dal Partito Democratico dopo essere stato inizialmente escluso dalle maglie della manovra proprio perché considerato privo di copertura finanziaria.

Questo per quale che riguarda gli affitti a uso abitativo mentre per le locazioni a uso commerciale degli immobili, sfitti da almeno due anni e situati nei centri storici, la proposta del primo partito di governo è quella di portare l’aliquota della cedolare al 15% al fine agevolare la riapertura di bar, negozi, botteghe artigiane e altre attività.

Sempre meglio che niente ma certo non si può pensare che questo basti a rivitalizzare dal punto di vista economico i centri storici.

Contro la cedolare secca al 10% per affitti si è scagliata Federalbeghi:

La proposta di ridurre la tassazione sulle locazioni brevi genera gravi danni, sia per le imprese che rispettano le regole e pagano le imposte, sia per i cittadini alla ricerca di una casa in affitto. Chiediamo a chi l’ha presentata di ritirarla e ci appelliamo a tutti i componenti il Parlamento affinché, nel caso in cui venga messa al voto, la respingano senza esitazione. L’aliquota del 10% nacque con una finalità sociale, per favorire la stipula di contratti di affitto a canone concordato e ridurre le tensioni sul mercato dell’edilizia residenziale. Estendere l’incentivo alle locazioni turistiche comporterà l’effetto opposto e promuoverà l’espulsione delle famiglie dai centri storici. Inoltre, non si comprende quale sia la logica che porti a premiare soggetti che operano al di fuori di ogni regola, spesso gestendo centinaia di alloggi.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 14 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO