Fai il pieno di detersivo alla pompa e risparmi!

Detersivo self-service “Il flacone ha un costo, compralo una volta sola”. Questo lo slogan di una singolare quanto ecologica iniziativa promossa da una ONLUS votata all’ambiente. Il meccanismo è simile a quello dei distributori del latte o del vino nelle cantine sociali: il risparmio sui flaconi e sull’imballaggio si trasforma in risparmio anche ambientale sullo smaltimento dei contenitori. Via l’imballo a largo ai servizi dunque, sosyiene Cinzia Vaccaneo, ideatrice del self-service per il detersivo.

L’associazione no-profit si chiama Ecologos ed ha sede in Piemonte. Subito inglobata durante il 2005 nel progetto Europeo dei Science Shop l’iniziativa ha preso rapidamente piede nel Torinese dove si contano al momento 24 punti di erogazione. Parte nel 2006 Detersivi self-service, l’iniziativa che piace a numerosi megastore della zona. I numeri sono importanti: vengono venduti 74.715 litri di detersivo sfuso (il 5% del totale) e vengono riutilizzati 138,277 flaconi.

Non male se si considera che ogni tonnellata di rifiuti in discarica emette 1,71 tonnellate di anidride carbonica, e ogni tonnellata incenerita ne emette 0,95. Altro esempio: i 100mila metri cubi che si sono risparmiati nel 2005 alle discariche piemontesi equivalgono alla massa di un palazzo di 80 piani, oppure alla portata di 30.000 Canadair impegnati a spegnere un incendio (v. articolo).

Il funzionamento è assolutamente intuitivo e il risparmio assicurato: basta posizionare il flacone nella macchina (il costo del flacone la prima volta che lo si acquista è di 50 centesimi) e il prodotto è servito! Diversi i prodotti tra cui scegliere ma tutti rigorosamente eco-compatibili. I detersivi hanno infatti tensioattivi vegetali anziché derivazioni petrolchimiche ed otterranno presto il marchio Ecolabel.

Speriamo che l’iniziativa piaccia anche alle altre regioni italiane!

  • shares
  • +1
  • Mail