Piaggio accelera gli utili col suo scooter ecologico!

Scooter ecologico Per risparmiare all’ambiente emissioni tossiche ci toccherà spendere 10 mila euro dall’anno prossimo. La nuova creatura ibrida Piaggio attraverserà il mercato a due ruote con un doppio motore a benzina ed elettrico. Si tratta di uno scooter, l'HYS, incubato nei laboratori dell'Università di Pisa con le amorevoli cure di un gruppo di scienziati e ricercatori.

Il prototipo presto in commercio sfrutta l'abbinamento dei due propulsori, quello termico e l'elettrico. Come già accade nelle automobili come la Toyota Prius i due motori lavorano in tandem per garantire la potenza alla ruota: quando il propulsore a benzina è in funzione le batterie si ricaricano e il cuore "elettrico" si risveglia per migliorare le prestazioni in fase di accelerazione, ma soprattutto interviene per ridurre gli sprechi nelle partenze da fermo e nella guida cittadina, l'habitat naturale delle due ruote (v. articolo).

Anche in fase di rilascio dell'acceleratore il propulsore principale agisce da generatore. Ma le novità non finiscono qui: il sistema HYS consente infatti di percorrere fino a 20 chilometri in modalità elettrica e di ricaricare le batterie al litio utilizzando la corrente domestica grazie alla presa "plug in". In questo modo vecchi limiti dello scooter a impatto zero vengono superati, tra cui anche le barriere delle zone a traffico limitato e delle aree pedonali, dove i motori ecologici hanno il via libera. Secondo le prime rilevazioni della Piaggio la nuova tecnologia applicata su alcuni modelli della gamma (Vespa, X8 e Mp3) consente di migliorare le prestazioni dell'85% e di far diminuire consumi e particelle inquinanti: con un litro si farebbero 60 km mentre le emissioni di Co2 diventano 40g al km.

Valori che in uno scooter normale segnano mediamente 26 km al litro e 90 di Co2 Ta le particolarità c'è anche la retromarcia elettrica per facilitare l'uscita dai parcheggi. Nei concessionari lo scooter ibrido lo vedremo a partire dalla seconda metà del 2008: si parte con l'MP3 125 cc, una motorizzazione adatta- sottolinea il direttore della Business Unit Daniele Bandiera- per l'uso cittadino.

Innovativa anche la scelta delle batterie al litio che garantiscono un minor ingombro e dei cicli di vita più lunghi, anche se la loro sperimentazione nel campo dell'ibrido è ancora agli inizi. L'entusiasmo arriva anche da un altro fronte, quello finanziario: " Il fatturato del primo semestre 2007 del gruppo Piaggio- ha detto il presidente Colaninno è migliorato del 7.2% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno mentre il debito è calato a 280 milioni di euro rispetto ai 318 di fine dicembre "… lo scooter ecologico fa bene all’ambiente e al portafoglio…per ora solo di Piaggio però!

  • shares
  • +1
  • Mail