Noleggio auto senza sorprese, prevenire è meglio che curare!

Noleggio auto Possessivi e cassettisti gli italiani amano l’idea di unire un investimento sicuro alla proprietà. Che si tratti di una casa, di un auto o addirittura di una bicicletta poco importa, l’essenziale è che sia nostra!
L'Italia, secondo uno studio sulla mobilità, detiene il primato del più elevato numero di autovetture in rapporto alla popolazione: ogni 1.000 abitanti circa 600 detengono una vettura, circa il 10% rispetto alla media dei paesi dell'Ue15, sebbene in media si trascorrono in auto poco più di 80 minuti al giorno. Almeno in vacanza però l’italiano medio sembra disposto ad abbandonare il proprio patrimonio affidandosi al più comodo rent-a-car.

Quanto conviene noleggiare l’auto? Le compagnie raggiungono guadagni significativi applicando una serie di condizioni addizionali sul prezzo base dell’auto noleggiata. Tra optional e penali i costi si gonfiano fino al doppio del pattuito in origine.

Ad esempio il chilometraggio: a meno che non sia illimitato, se l’automobile supera il numero di chilometri prefissati, il prezzo da pagare cresce parecchio.
Lo stesso vale per chi decide di restituire l’automobile in un’agenzia diversa da quella di partenza.

Da evitare, secondo diverse ricerche, è il rimborso della benzina. Le auto si noleggiano con il pieno e si restituiscono con la stessa quantità. Bastano sei litri di benzina in meno per sentirsi chiedere 15 euro oltre il rimborso del rifornimento.

Costi aggiuntivi anche per gli optional: se viaggiate con un bambino si spendono almeno 40 euro per il seggiolino. E se avete bisogno di un navigatore il costo è di circa una decina di euro al giorno. Inoltre, fatta eccezione per le offerte prepagate, noleggiare l’auto in aeroporto costa il 15 per cento in più, l'8 per cento in stazione ferroviaria.

Fra gli imprevisti occorre considerare la possibilità di danneggiare l’automobile o di farsela rubare. Tutte le auto sono coperte da un’assicurazione base per danno o furto, inclusa nel prezzo noleggiato. Se si verifica un caso sfortunato, il cliente è tenuto a versare una franchigia che varia a seconda delle compagnie.

Come tutelarsi contro torbide offerte commerciali? Il Portale del Consumatore suggerisce di collegarsi ai siti Internet delle compagnie e sottoscrivere le offerte prepagate, che permettono di avere sconti fino al 15 per cento. Se poi si decide di annullare il viaggio, fino all’ora indicata nella prenotazione si può chiedere il rimborso della somma anticipata. Utile anche contattare il call center e valutare con calma le varie opzioni.

Il decalogo del rent a car

E' bene conoscere alcune questioni per evitare brutte sorprese nel portafoglio.

1) Prenotare in anticipo l'auto può essere utile per trovare offerte più vantaggiose, ma anche per evitare di non trovare auto disponibili, magari della categoria prescelta, al momento dell'arrivo a destinazione. Si può prenotare anche via Internet, in questo caso si può risparmiare anche il 15/20%. Però si può pagare solo con carta di credito e anticipatamente. Leggere sempre tutte le clausole, per evitare sorprese alla fine.

2) Tener conto che il pagamento, anche se la prenotazione viene fatta non via Internet, va fatto con carta di credito, altrimenti vi sono società, ad esempio negli Stati Uniti, che proprio non danno l'auto, altre che fanno pagare depositi davvero molto consistenti (700/1000 euro).

3) Scegliere una auto adatta alle proprie esigenze, per potenza, dimensione, modo di guida (ad esempio evitare il cambio automatico se non lo si sa usare) e naturalmente costo.

4) Tener conto che le auto possono essere affittate a chilometraggio illimitato o con un limite di chilometri da percorrere. Nel primo caso evidentemente si paga qualcosa di più. Ma se poi si sceglie la seconda soluzione se poi si fanno più chilometri si possono pagare anche 20 centesimi a chilometro, quindi farsi bene i conti prima. Se si intende lasciare l'auto in una città o in un posto diverso da quello dove si noleggia, bisogna dirlo subito, e chiedere se sono previsti sovrapprezzi in questo caso. Infatti alcune compagnie applicano tariffe maggiorate nel caso di consegna in luogo diverso, e possono variare anche a seconda della distanza.

5) Se occorrono optional, chiedere il costo prima. Seggiolini per bambini possono costare anche 40 euro al giorno e il navigatore circa 10 euro.

6) Quando si prende l'auto controllare che non vi siano danni evidenti e che via sia ruota di scorta ed accessori obbligatori, magari fare anche una foto per evitare contestazioni alla riconsegna.

7) Alla riconsegna l'auto deve avere il pieno di benzina, vi sono società che anche se manca solo qualche litro fanno pagare l'importo equivalente ai litri mancanti più penali fino a 15 euro.

8) Attenzione alle franchige. Le auto hanno un'assicurazione nel caso di danni o di furto. però questa prevede una franchigia molto alta: nel caso di danni si può arrivare fino a 1200 euro di franchigia ed in caso di furto anche a 1800 euro. E' possibile eliminare la franchigia ma vi faranno pagare 20/25 euro in più per l'assicurazione.

9) Alla scelta della classe dell’auto diffidare dalle offerte dell’ultimo minuto su una classe superiore…spesso in questo caso l’agenzia ha finito le autovetture della classe prescelta.

10) Valutare le varie offerte consultando i siti Internet delle compagnie e sfruttando i call center.

  • shares
  • +1
  • Mail