Musica gratis in rete? Qualcosa è cambiato!

Musica gratis Scoppiettante e coreografico 60 enne, Elton John festeggia il suo compleanno all'insegna della tecnologia mettendo a disposizione online in modalità completamente gratuita il suo concerto autocelebrativo e la musica del suo ultimo album. Non basta il gesto eclatante per far del cantante un sostenitore del web che, sostiene, dovrebbe essere chiuso per almeno 5 anni, per fare in modo che la gente riprenda a socializzare e a pensare in maniera creativa (v. articolo).

Rivoluzione in salsa francese per il panorama musicale del Web. Proprio in questi giorni infatti oltr'Alpe la Universal Music ha stipulato un accordo storico con Neuf Cegetel, il secondo fornitore di accesso a internet più importante di Francia dopo Orange (Telecom).

Tutti gli abbonati alla tariffa "triple play" di Neuf Cegetel potranno scaricare gratuitamente musica da Internet pagando 29,90 euro al mese per l'accesso a Internet, alla televisione digitale e per l'abbonamento telefonico. Un forfait che permetterà agli internauti di accedere gratuitamente all'intero catalogo Univeral.

L'accordo tra Neuf Cegetel e Universal Music, la più grande casa discografica di Francia, darà l'esclusiva a Neuf per sei mesi di disporre di quest'offerta per i propri abbonati. Un'operazione che secondo gli altri operatori rischia di stravolgere i criteri della concorrenza. Neuf e Universal hanno infatti in comune lo stesso azionista Vivendi. La major del disco è una filiale al 100% del gruppo francese di media e telecomunicazioni Vivendi, azionario a sua volta al 56% di Sfr che ha il 40% di Neuf Cegetel (v. comunicato).

La musica in rete sembra sfondare la barriera del copy right anche negli Stati Uniti dove Wal-Mart ha recentemente annunciato che venderà musica digitale sul suo sito Web senza la tecnologia di protezione delle copie che limita l'uso dei lettori musicali (DRW).
Musica in formato Mp3 senza limitazioni e protezioni dunque per favorire la trasportabilità su tutti i dispositivi. Rolling Stones, Amy Winehouse e Maroon 5 per 94 cent a traccia o 9,22 dollari per album per tutti i gusti e devices, dall' iPod, all'iPhone passando per il lettore Zune di Microsoft (v. articolo).

Si colloca in un trend globale di abbattimento delle barriere di prezzo anche la creazione di siti di vero e proprio baratto, per cui a fronte di musica gratis si accetta di ricevere pubblicità e gadgets. Certo non sono in molti ad accettare questo scambio che prevede la rinuncia alla propria privacy divulgando numero di telefono, mail e numero di carta di credito (v. articolo).

C'è anche chi ha studiato il modo di inserire un po' di pubblicità direttamente nelle canzoni o nei video gratuiti (ottenendo anche una sorprendente risposta del pubblico, secondo Jim Haysom di Ministry of Sound).

Senza dimenticare, sempre rimanendo nel terreno della legalità, quegli artisti e quelle etichette che hanno abbracciato il download gratuito come forma di promozione e marketing (spesso adottando le licenze Creative Commons).

Creative Kicks ad esempio è un viaggio in Rete nella musica da scaricare legalmente proposto nella sezione Musica di Kataweb. Ogni settimana una selezione di artisti italiani e internazionali che hanno scelto di rendere disponibili le loro opere sul web permettendone il download gratuito, seguendo la filosofia Creative Commons.

Creative Commons è un'associazione no profit nata nel 2001 per volere del professor Lawrence Lessig, ordinario della facoltà di Giurisprudenza di Stanford e riconosciuto come uno dei massimi esperti di diritto d'autore negli Stati Uniti. Creative Commons si è posta la missione di studiare una forma flessibile di licenza che tuteli sì la proprietà intellettuale, ma che allo stesso tempo renda possibile la massima diffusione del frutto della creatività liberandolo dai tanti cavilli che ne limitano la diffusione quando esso è mero oggetto destinato alla vendita. L'artista che sottoscrive la speciale licenza Creative Commons mantiene la proprietà intellettuale sui suoi dischi ma permette a chiunque di scaricare, copiare, diffondere i file delle sue canzoni purché tali azioni non siano a scopo di lucro.

  • shares
  • +1
  • Mail