Le borse di studio: ottima opportunità per studiare gratis

Ricominciano le scuole, riprendono le università e si cercano fin da subito le borse di studio che tanto aiutano e premiano i più volenterosi e chi ne ha bisogno. Studiare, specializzarsi, andare all'estero sono scelte che non tutti possono permettersi per via dei costi a volte eccessivi. Ma niente panico! Oggi sono presenti numerose borse di studio da programmi europei e altro che vanno in aiuto degli studenti permettendo loro di formarsi il meglio possibile.
Le borse universitarie, i finanziamenti a fondo perduto, sponsor e quant’altro sono delle opportunità molto valide per gli studenti che decidono di compiere degli studi durante e dopo il corso di laurea e che permettono di risparmiare anche sul costo del corso. Quindi, volenterosi studenti, una volta terminato il corso di laurea se avete ancora voglia di continuare il vostro percorso di studi, magari con una master, aguzzate la vista in quanto sono presenti ottime opportunità che formano lo studente con un a copertura parziale o totale del costo del corso.

Vediamo nello specifico:

Università: gli atenei e molte organizzazioni che offrono i master, di solito mettono a disposizione alcune borse di rimborso parziale o totale delle spese di iscrizione. Come si vince una borsa di studio? Ogni università ha dei requisiti che ricerca nel profilo dello studente e comunque le modalità di assegnazione di una borsa di studio compaiono nel bando. Va ricordato che spesso le borse di studio messe a disposizione delle università sono il frutto di partnership con privati.

La Regione: parecchie borse di studio sono possibili anche grazie al fatto che molte regioni offrono un percorso di studi post-laurea per i propri residenti in quanto attingono i fondi necessari dai risparmi dell’unione Europea. Per esempio è interessante il programma che ha offerto la Regione Sardegna: ha lanciato il programma Master and back che offre ai neolaureati l’opportunità di seguire corsi di alta formazione anche fuori dal territorio regionale ma agevola poi il rientro a casa. Infatti, per il periodo che va dal 2005 al 2008, la Sardegna ha destinato circa 53 milioni di euro a tele iniziativa con l’obiettivo di assegnare in tre anni 3mila borse di studio. Quindi sono messi a disposizione finanziamenti a fondo perduto per coloro che vogliono frequentare un master o conseguire dottorati. Ci sono ovviamente dei requisiti da rispettare come per esempio non aver superato 36 anni di età e non aver riportato un voto di laurea inferiore a 100. Una volta terminato lo studio “fuori porta”, il programma prevede anche di mettere in contatto lo studente con enti e aziende, mettendo ulteriormente a disposizione ulteriori borse di studio che coprono l’inserimento al lavoro. Questo è il caso in cui una regione finanzia i propri studenti per studiare in altre località presso altri atenei o enti. Ma ci sono anche casi in cui è la regione stessa a organizzare master o corsi di studio riservando i posti a coloro che si sono aggiudicati borse di studio.

Inpdap( Istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica): organizza master in collaborazione con alcune università italiane riservando una parte dei posti a disposizione per i disoccupati, precari, figli o orfani di pubblici dipendenti.

Aziende e fondazioni private: finanziano il percorso post-laurea con borse di studio e talvolta organizzano master. Va detto inoltre che le fondazioni a volte riservano i posti ai figli dei dipendenti di un’azienda.

Studi all’estero: ci sono soluzioni anche per coloro che vogliono studiare all’estero. Ben organizzato è lo studio negli Usa, dove tra le opzioni, è particolarmente valida la Commision Fulbright che offre opportunità di studio, ricerca ed insegnamento negli Stati Uniti a cittadini italiani ed in Italia a cittadini statunitensi. Interessante è anche ciò che offre il Ministero degli Esteri: borse di studio, opportunità di stage e borse presso le Organizzazioni Internazionali, opportunità nella UE, gemellaggi UE, borse di tirocinio per stage presso strutture del Ministero all'estero.

  • shares
  • +1
  • Mail