Irpef 2013: i numeri dei prelievi sulle buste paga italiane


Magari qualcuno di voi se ne è dimenticato, ma con il nuovo anno sulle buste paga torneranno a farsi sentire le addizionali Irpef regionali e comunali.
A fare una media dell'aggravio prossimo venturo è stato come sempre l'Ufficio studi della Cgia di Mestre, che ha pesato l'aggravio per quattro categorie di lavoratori dipendenti: operaio, impiegato, quadro e dirigente - ovviamente ha fatto una media che finisce per non aderire praticamente a nessun caso reale ma ci serve per renderci un'idea di quanto pagheremo.
L'aumento dell'addizionale nel 2013 sarà in media pari a 14 euro per l'operaio (per un valore complessivo di 420 euro), di 24 per l'impiegato (il totale medio sarà di 700 euro, con un aumento di 95 euro rispetto al 2010), 52 euro in più per un quadro (L'Irpef totale pagata a regione e comune sarà di 1.350 euro), ed infine di 169 euro in più per un dirigente (pagherà un addizionale complessiva di 3.500 euro).

Da rilevare che si passa da un reddito medio annuo di ventimila euro per un operario – con uno stipendio mensile di 1.240 euro, ai 150.000 euro del dirigente, che corrisponde ad un paga di quasi settemila euro netti al mese. In quest'ultimo caso l'aumento delle addizionali tra oggi ed il 2010 è stato pari a 714 euro.
Di chi è la colpa di questo salasso?
Silvio Berlusconi ha affermato fino alla nausea di non avere responsabilità, ma non è così. I provvedimenti legislativi che hanno provocato l'aumento delle addizionali sono due: il primo, voluto dal governo Berlusconi, ha permesso ai Sindaci di aumentare l’addizionale comunale Irpef fino a un massimo dello 0,8%. L’altro è farina del sacco del governo tecnico di Mario Monti, all'interno del famigerato decreto Salva Italia ha alzato dello 0,33% l’addizionale regionale Irpef.
La scelta del 2010 quindi non è stata casuale, visto che gli aumenti introdotti dai due governi hanno riguardato il 2011 e il 2012, per cui se si vuole misurare il suo effetto bisogna paragonarli con quanto avveniva nell'anno precedente.

  • shares
  • +1
  • Mail