La dura legge del codice della strada…

Nuovo codice della strada Habemus papam…il decreto Bianchi è finalmente legge. Il Senato avrebbe infatti approvato ieri la conversione del decreto smussando gli spigoli di un provvedimento in origine molto rigido ma avvallando la disciplina del pugno di ferro. L’iter di approvazione sembra essere incappato però in una serie di fortuite disattenzioni ed è così che tra un emendamento e l’altro si dovrà prestare attenzione ad una serie di improbabili violazioni.

Se non saranno introdotte ulteriori modifiche infatti ci ritroveremo a pagare 200 Euro per l’accensione del motore per l’attivazione dell’aria condizionata!
Tra le principali novità la diminuzione, annunciata, da 3 a 1 anno del divieto per i neopatentati di guida di mezzi di potenza inferiore ai 50Kw/h.

Queste in sintesi le principali novità:

Neo patentati

Durante il primo anno di rilascio della patente non si potranno guidare automobili con potenza superiore ai 50 Kw/h, ad esclusione dei veicoli per il trasporto invalidi.
Escono dalla portata dei neopatentati le utilitarie Fiat come la 600 o la 500.

Limiti di velocità

Un piccolo ritocco al decreto estivo introduce una nuova fascia sanzionatoria per chi supera di oltre 40 kmh il limite di velocità: un’ammenda compresa tra i 370 e i 1458 euro oltre alla sospensione della patente da 3 a 6 mesi punirà i trasgressori. Chi supererà di oltre 60 kmh i limiti sarà soggetto ad una sanzione compresa tra 500 e 2000 euro e la sopensione da 6 a 12 mesi.

Uso dei telefonini

L'articolo 4 del decreto riformula le regole per l'uso dei dispositivi radiotrasmittenti durante la guida: è consentito solo l'uso di apparecchi a viva voce o dotati di auricolare. A chi trasgredisce è inflitta una sanzione tra 148 e 594 euro e la sospensione della patente da uno a tre mesi se lo stesso guidatore compie un'ulteriore violazione nel corso di un biennio.

Aria condizionata

Ma la novità che farà discutere di più è senz’altro il divieto di tenere acceso il motore per garantirsi l’aria condizionata durante la sosta o la fermata del veicolo: per chi non rispetta questo divieto fissata una multa da 200 a 400 euro.

Guida in stato di ebbrezza

La sanzione per chi superi gli 0,5 - 0,8 grammi per litro sarà compresa tra i 500 e i 2.000 Euro ma non è più previsto l'arresto per un mese.
Oltre alle sanzioni già previste, ce ne sarà un'altra di 200 euro per chi ha bevuto un bicchierino di più o supera i limiti di velocità tra le 20 e le 7 del mattino.

Guida sotto effetti di stupefacenti

Chiunque guida sotto effetto di stupefacenti è punito con l'ammenda da 100 a 4000 e l'arresto fino a 3 mesi ma sparisce l’obbligo di prestare servizi socialmente utili gratuiti in strutture traumatologiche.

Prevenzione

L'articolo 6 riguarda la "diffusione della consapevolezza" sui rischi legati all'alcol per chi guida. Si impone alle discoteche ed ai locali di affiggere appositi cartelli per indicare i tassi alcolici pericolosi e le infrazioni che si rischia di commettere. E' previsto anche che nei locali sia disponibile l'etilometro.

Distribuzione di alcolici

I titolari e i gestori di locali nei quali si svolgono spettacoli o altre forme di intrattenimento congiuntamente alla vendita di bevande alcoliche devono interrompere la somministrazione di queste bevande alle 2 di notte e assicurarsi che all'uscita dal locale sia possibile effettuare, in maniera volontaria da parte dei clienti un alcool test.

Si stabilisce inoltre che le disposizioni si applicano anche alle violazioni commesse anteriormente alla data di entrata in vigore del decreto, purchè il procedimento penale non sia concluso.

Bambini in motorino

Sui veicoli a due ruote non si potranno far salire i bambini minori di 5 anni (e non più 4).

Fondo Speciale contro le stragi del sabato sera

Gli introiti di queste ammende serviranno per rimpinguare il fondo contro gli incidenti notturni da istituire presso la presidenza del Consiglio. Per questa iniziativa è prevista una spesa iniziale di 500 mila euro l'anno fino al 2009.

  • shares
  • +1
  • Mail