Condanna a morte della Tv analogica

TV analogica E’ ufficiale la TV analogica morirà col 2009. L'ultimo televisore analogico sarà venduto nel nostro Paese nel giugno del 2009, mentre entro il 2012 l’Italia dovrà convertirsi al digitale. Così decreta il ministro Gentiloni dopo aver allestito sconti fiscali al 20% per l’acquisto di televisori di nuova generazione.

Ma un'altra misura è inserita nel decreto collegato alla Finanziaria 2008 e prevede tre scadenze: «Ovvero che l'ultimo televisore analogico - ha spiegato ancora il ministro in una conferenza stampa - sarà venduto in Italia nel giugno del 2009. Ma entro la fine del 2008 i produttori dovranno cessare di fornire tv analogiche ai distributori, ed entro fine aprile del 2008 tutte le tv analogiche sul mercato dovranno avere un'etichetta che spiega che quell'apparecchio non può ricevere programmi digitali».

Le novità non si esauriscono qui però, infatti il decreto presenta anche “la ridefinizione della data finale dello spegnimento definitivo dell'analogico che è prevista "entro il 2012”.
Invece per la Sardegna il termine per lo switch off definitivo è ormai giunto: la scadenza è metà novembre. Ed è anche in questa previsione che va letto l'aumento in Finanziaria del 50 per cento (da 40 a 60 milioni) del fondo a sostegno della transizione al digitale.

Ma perché tutta questa fatica per velocizzare il digitale? Lo spiega lo stesso Ministro, secondo cui in Italia ogni anno si vendono poco più di 5 milioni di dispositivi televisivi, "il che dice quanto importante sia il turn-over di apparecchi dovuto al progresso tecnologico". Circa il 45% di questi 5 milioni e passa di vendite avviene nell'ultimo trimestre dell'anno, per un mix di tradizione (le festività natalizie) e di maggiore disponibilità economica (la tredicesima mensilità). Proprio questo aspetto evidenzia - ha detto Gentiloni - "l'importanza della comunicazione all'esterno da parte del ministero".

Quello che è sicuro è che ci sarà una decisa impennata di vendite di apparecchi digitali che, rispetto ai 200mila venduti nel 2006, passerà al 1,2 milione di quest'anno. Altri numeri che confermano il trend verso l'apparecchio integrato: nel luglio 2006 i decoder per il digitale terrestre venduti erano stati cinque volte di più dei televisori (50mila contro 10mila), nel luglio 2007 gli apparecchi tv integrati sono diventati 85mila, mentre la vendita dei decoder non ha registrato significativi passi in avanti.

  • shares
  • +1
  • Mail