A Roma la spazzatura differenziata va premiata!

Raccolta differenziata Un premio alla miglior spazzatura del comune… sono partiti il 15 del mese gli incentivi per i cittadini virtuosi che differenziano scrupolosamente la spazzatura. In palio uno sconto fino a 50 Euro erogato già nella prima bolletta del 2008. Il sistema di premialità del sindaco capitolino è in fase di sperimentazione fino al 15 gennaio 2008 e coinvolge 50 gruppi di famiglie sparse per Roma ad eccezione di quelle che abitano nel centro storico e nei quartieri Colli Aniene e Decima, dove è stato attivato il sistema di raccolta dei rifiuti “porta a porta”.

Butta bene e vivi meglio

Il progetto si chiama “Butta bene, Vivi meglio” e prevede innanzitutto l’eliminazione di tutti i cassonetti stradali e la loro sostituzione con 4 “bidoncini” per ogni condominio: scarti alimentari, carta, multimateriale (vetro, plastica e metallo) e rifiuti che non si possono riciclare. Gli operatori dell’AMA ritireranno le varie tipologie di rifiuti con frequenze differenti: tre volte a settimana il ritiro degli scarti alimentari, un solo ritiro a settimana per carte e multimateriale e due per gli altri rifiuti. Per i commercianti poi, sono previsti passaggi di raccolta più frequenti vista la maggiore quantità di rifiuti prodotta.

Le famiglie interessate dalla sperimentazione “porta a porta” riceveranno un kit con una guida per imparare a differenziare i propri rifiuti e un calendario dei giorni di raccolta. Sono previsti inoltre specifici info-point stradali: il primo (da lunedì 19 marzo) è in via Meuccio Ruini, angolo Via Franceschini (Colli Aniene).
I benefici, se il progetto pilota funzionerà, saranno notevoli: oltre all’aumento dei rifiuti riutilizzabili si prevede - grazie alla rimozione dei cassonetti - una maggiore pulizia delle strade e più posti auto (circa 283 posti nei tre quartieri considerati). L’Amministrazione Comunale ha deciso poi di premiare i cittadini che praticheranno il nuovo sistema, applicando una riduzione del 10% sulla Tariffa Rifiuti 2007.

Spazzatura a premi

Tornando al sistema di premialità il Comune ha realizzato un sistema di elaborazioni matematiche e statistiche in collaborazione con il dipartimento di Ingegneria Civile dell’Università Tor Vergata che ha messo a punto un sistema ad hoc, basato su elaborazioni matematiche e statistiche.
Le singole famiglie sono messe in relazione con la presenza di cassonetti blu e bianchi nelle vicinanze della loro casa. Ogni utenza è associata alle 5 postazioni di cassonetti per la differenziata più vicine alla propria sede di residenza. A ciascun cassonetto è stato assegnato un valore percentuale in base all’accessibilità: tanto più le postazioni sono lontane dalla residenza, meno alte saranno le probabilità che quella famiglia vi conferisca i propri rifiuti. Questo modello consente agli esperti di valutare con maggiore precisione le quantità di raccolta differenziata in ogni municipio diviso in “zone” e anche di escludere per ogni “zona” le quantità di rifiuti differenziati provenienti dalle utenze commerciali.
Per capire quanti rifiuti sono contenuti in media nei cassonetti blu e bianchi si ricorre alla pesatura dei compattatori. A questo punto interviene ancora l’Università che, raccolti i dati, calcola quanto materiale in media è stato conferito in ogni singolo cassonetto. Tale media si ottiene dividendo il totale dei rifiuti con il numero dei cassonetti svuotati. Ottenuto il peso medio dei materiali recuperati per ogni cassonetto, lo sconto sulla Ta.ri sarà applicato, in ogni municipio, ai gruppi di famiglie che risiedono nelle zone con i migliori risultati in termini di materiali raccolti.

Come funziona lo sconto? Sarà applicato a gruppi di famiglie e non ad ogni singola utenza, probabilmente in relazione all’elaborazione di un sistema di premialità che sia anche compatibile con le dimensioni della città. Come sottolinea, infatti, l’assessore all’ambiente Dario Esposito “E’ la prima volta che in una grande città si misura quanto di raccolta differenziata viene conferita nei cassonetti stradali e si dà un premio. E’ un’innovazione che coinvolgerà l’intera città. Inoltre gli operatori Ama monitoreranno lo svuotamento dei cassonetti e i cittadini potranno inviare un sms al numero 3404315588 per segnalare se il cassonetto è già pieno prima dei giri di raccolta”.

  • shares
  • +1
  • Mail