Decreto fiscale: il bonus incapienti raddoppia!

Decreto fiscale Una seduta fiume che ha inciampato numerose volte sulla precaria stabilità della maggioranza. Il senato è andato avanti fino a tarda notte per approvare gli emendamenti al decreto collegato alla Finanziaria 2008, partorendo con doglia il decreto legge che redistribuisce ai più poveri parte del tesoretto fiscale del 2007. I voti favorevoli sono stati 158, i contrari 155.

Fra le modifiche più significative quella che raddoppia il ’bonus’ incapienti che sale da 150 euro a 300 euro per quanti nel 2006 abbiano avuto una imposta netta pari a zero. E' stato anche chiarito che il bonus non spetta ai soggetti incapienti se sono a carico di altri cittadini (che invece incapienti non sono).
Sono in totale 12,5 milioni gli italiani definibili “incapienti” ossia con un reddito inferiore a 7.500 euro annui, esentati dal pagamento delle tasse che potranno ricevere a Natale un assegno di 300 Euro. L’operazione costerà all’erario 1,9 miliardi di euro.
A questi contribuenti il beneficio che agli altri è riconosciuto in termini di minore imposta (detrazione) viene assegnato attraverso un trasferimento in denaro attribuito, secondo la logica dell’“imposta negativa”, direttamente dal sostituto di imposta. Si tratta di un trasferimento pari a 300 euro netti per ogni contribuente incapiente e per ogni familiare a suo carico. Per quanto sia una tantum e agisca quale risarcimento forfetario, la misura ha il pregio di dare sostegno a quei soggetti che sono sempre stati esclusi, per definizione, da ogni tipo di agevolazione fiscale.

Tra le altre novità approvate da Palazzo Madama sul decreto collegato alla Finanziaria:

Piano Casa

Confermati i 550 milioni di euro per un programma volto a favorire il passaggio da una casa all'altra per le categorie deboli, a recuperare alloggi ex Iacp o dei Comuni non assegnati, alla costruzione di alloggi. Le case che si renderanno disponibili dovranno essere assegnate prioritariamente alle famiglie sfrattate e, novità aggiunta al Senato, ''alle giovani coppie a basso reddito''. Per le zone del Molise colpite dal terremoto sono destinati 50 milioni.
Fa parte del pacchetto casa anche l'acquisto, il recupero, la ristrutturazione o a realizzazione di immobili, attraverso l'Agenzia del Demanio, per incrementare il patrimonio da locare ad affitti bassi. Per questa operazione vengono stanziati 150 milioni.

Ferrovie

800 milioni per il 2007 vanno alla Rete Ferroviaria Italiana per la prosecuzione delle opere sulla rete tradizionale e un contributo di 235 milioni sono destinati per la manutenzione straordinaria.

Anas

Autorizzata la spesa di 215 euro per i progetti del Contratto di programma 2007.

Mose

Per proseguire il progetto delle dighe mobili a Venezia vengono stanziati 170 milioni. Ulteriori 20 milioni sono stanziati per una rete antincendio a Venezia e per la zona di Marghera.

Metropolitane

500 milioni vanno alla metro di Roma, 150 milioni a Napoli e 150 milioni a Milano.

Editoria

Il Senato ha rimodulato i tagli al settore rispetto al testo originario. La riduzione del contributi ai piccoli giornali e alla stampa di partito passa dal 7% al 2%.
Aumenta invece dal 7% al 12% il taglio alle tariffe postali agevolate per i grandi editori che percepiscono agevolazioni superiori ad un milione.

Ricette mediche

E' stato approvato un emendamento secondo cui nella prescrizione di farmaci il medico deve indicare nella ricetta il nome del corrispondente medicinale generico (meno costoso).

Commissari as acta

Lo Stato puo' nominarli nelle regioni che non rispettano i piani di rientro dei deficit sanitari. I commissari avranno anche la facolta' di proporre alla Regione la sostituzione dei direttore generali delle Asl o delle aziende ospedaliere.

Digitale terrestre

Viene differito dal 2008 al 2012 il termine per il passaggio dalla tv analogica a quella digitale terrestre.

Contratti pubblici

Viene stanziato un ulteriore miliardo per gli aumenti contrattuali del biennio 2006-7.

Cinque per mille

Per il 2007 aumenta di 150 milioni lo stanziamento. Le risorse vengono destinate al volontariato, alla ricerca e alle attività sociali dei comuni, sulla base delle scelte del contribuente.

Acqua

Il Senato ha approvato una moratoria alla privatizzazione fino a quando non sarà approvata una legge organica sulla gestione delle risorse idriche.

Inpdap

Niente piu' prelievo automatico dello 0,15% e dello 0,35% per dipendenti e pensionati Inpdap per l'adesione alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Chi vuole aderire deve inviare comunicazione scritta.

  • shares
  • +1
  • Mail