Pacchetto sicurezza, ritorno di fuoco per il falso in bilancio!

Falso in bilancio Dopo un pressing intensivo di ministri e istituzioni passa alla Camera il Pacchetto Sicurezza con cinque disegni di legge e tre emendamenti alla finanziaria 2008. Falso in bilancio con 6 anni di reclusione e credito d’imposta per i tabaccai le due principali novità che infarciscono il Testo Unico sulla Sicurezza, ma occupa stabilmente la scena riformista la stretta sui reati di falso in bilancio e sulle "sviste" delle società di revisione.

Alcune significative novità riguardano l’inserimento lavorativo, sia per i dipendenti pubblici che privati. Viene infatti disciplinato il precariato nelle pubbliche amministrazioni mentre alle imprese del Meridione vengono concessi bonus per le assunzioni.

Occhio di riguardo anche per gli onerosi mutui sulla prima casa, a cui vengono destinate le detrazioni per interessi, mentre viene confermato lo sconto Ici sulla prima abitazione ad eccezione di immobili di lusso come i villini.
Salta inoltre il tetto per il credito di imposta alla ricerca e vengono ribaditi gli sconti fiscali per gli asili nido.

Sul fronte politico avverrà la caldeggiata sfrondata ai ministeri ma solo in seconda battuta con l’elezione del prossimo esecutivo. Il giro di vite riguarderà anche le missioni degli amministratori, a cui non saranno più concesse indennità di trasferta ma solo il pagamento del viaggio e un rimborso forfait per vitto e alloggio, con un tetto che sarà fissato dagli Interni e dal Tesoro.

Per quanto riguarda l'iter della manovra, mentre in Senato la Commissione Bilancio prosegue i suoi lavori con l'obiettivo di chiudere entro domani notte e inviare all'aula la Finanziaria lunedì 4 novembre, il calendario della Camera prevede che venga anticipato l'esame del decreto che accompagna la Finanziaria: sarà esaminato in aula dal 14 novembre. Ecco in sintesi le misure della giornata:

Questo il pacchetto sicurezza in fase di approvazione, punto per punto (v. articolo):

FALSO IN BILANCIO:
Ritorna a furor di popolo il reato di falso in bilancio con sanzioni penali dai 4 ai 6 anni di reclusione, con la novità del distinguo tra società quotate e non. Per le società sul listino di Borsa le pene possono toccare i 6 anni mentre per le non quotate si arriverebbe ad un massimo di 5.
Cade definitivamente la semplice contravvenzione (arresto fino a 2 anni) prevista oggi per il reato commesso senza danno, mentre si inaspriscono le sanzioni per le aggravanti di danno al risparmio dei cittadini.
Ulteriore stretta viene esercitata sulle società di revisione le cui false comunicazioni potranno costare pene dai 4 ai 6 anni.

PRECARI P.A. STABILIZZATI:
Un emendamento del relatore prevede che le amministrazioni potranno assumere i lavoratori precari che hanno contratti a tempo determinato o anche contratti di collaborazione coordinata e continuativa (i Co.co.co) che hanno lavorato con le P.A. per tre anni, anche non continuativi, nel quinquennio precedente al 28 settembre 2007. Allo scopo si stanziano ulteriori 20 milioni che si aggiungono ai 5 già previsti e si stabilisce che entro il prossimo 30 aprile le amministrazioni pubbliche predispongano un piano triennale 2008-2010 per la progressiva stabilizzazione del personale precario "non dirigente".

NUOVI CONCORSI:
Novità sono previste anche per quanto riguarda i nuovi concorsi che saranno banditi. La Finanziaria riserva già il 20% dei posti ai dipendenti con contratto a tempo determinato. Ora arriva un'altra riserva: è del 10% e tutelerà il personale già utilizzato con contratti Co.co.co.

COPERTO TAGLIO TICKET SANITA':
La maggioranza e il governo hanno trovato l'accordo per coprire il taglio al ticket sulla diagnostica. Si tratta di 834 milioni che arriveranno prevalentemente dai tagli dei costi della politica. Per questi, in particolare, è prevista una stretta sui gettoni di presenza e i rimborsi in caso di trasferte.

PIU' DETRAZIONI PER MUTUI:
Aumenta del 10% la detrazione fiscale per i mutui sulla prima casa. La quota degli interessi passivi che possono essere portati in detrazione fiscale per il 19% sale a 3.976,72 euro, il 10% in più rispetto ai 7 milioni delle vecchie lire previsti nell'attuale normativa.

COMUNI MONTANI:
Si razionalizzano i comuni montani ma aumentano i fondi destinati alla montagna: 50 milioni nel 2008 e 80,800 milioni nel 2009 e 2010.

BONUS SUD A 200 MLN:
Arriva il credito di imposta automatico per i nuovi assunti nel Mezzogiorno: costa 200 milioni di euro e "consentirà di avere - rileva il sottosegretario all'Economia Alfiero Grandi - fino a 50.000 occupati in più nel Sud".

DETRAZIONI ASILI NIDO:
Un emendamento del relatore contiene un pacchetto di misure fiscali, dal proseguimento delle detrazioni fiscali per gli asili nidi all'assegno per gli inabili, dall'incremento del 10% per la detrazione dei mutui alle agevolazioni previste per i frontalieri. L'emendamento vale circa 240 milioni di euro.

NO SGRAVI ICI PER RICCHI:
Niente sgravi Ici ai possessori di ville, castelli o case di lusso. Questa limitazione sostituisce l'originario tetto di reddito di 50.000 euro.

TELECAMERE e BANCOMAT AI TABACCAI:
Arrivo un sostegno economico per i tabaccai che vorranno installare impianti di sicurezza nel loro esercizio o gli apparecchi per consentire i pagamenti via bancomat. La misura consiste in "un credito d'imposta (massimo 3.000 euro) per le spese sostenute per l'acquisizione e l'installazione di impianti e attrezzature di sicurezza.

RICERCA SENZA 'TETTO':
Le spese affrontate dalle aziende per la ricerca sono escluse dal tetto messo sui crediti di imposta (250.000 euro a partire dal primo gennaio 2008).

RIVALUTAZIONE TERRENI:
Torna la rivalutazione dei terreni delle imprese utilizzati sia in agricoltura sia per l'edilizia. Viene riaperta la norma che consentiva la rivalutazione al primo gennaio 2005, dei "terreni agricoli ed edificabili" spostando la data al primo gennaio 2008.

  • shares
  • +1
  • Mail