Investimento obbligazionario: dai bond rendimenti sopra il 4% ma occhio al rating

Le politiche espansive delle banche centrali dei maggiori paesi occidentali, uniti all'ondata di "esuberanza razionale" che stanno mostrando i mercati finanziari sta rendendo la vita difficile agli investitori obbligazionari a caccia di rendimenti.

Per ottenere un ritorno del 4% - o superiore - si è costretti ad accettare maggiori rischi rispetto al passato. Vediamo anche noi cosa è possibile fare tenendo sempre ben presente la probabilità di default che il mercato attribuisce ad un certo emittente - ben sapendo che in più di un'occasione il "mercato" ha preso delle solenni cantonate.

Tra i bond societari può essere interessante un'obbligazione decennale emessa da Nokia Corp. con scadenza il 4 febbraio del 2019 (ISIN XS0411735482) e rating BBB+. Il titolo ha un rendimento  che supera abbondantemente il 5%.

Il mercato attribuisce a Nokia, azienda leader nella produzione di telefoni  cellulari, un tasso di default implicito del 30% a dieci anni - giusto per fare un confronto, secondo i mercati, l'Italia ha una probabilità di andare in default nei prossimi dieci anni pari al 33% circa.

I cuori forti potrebbero rivolgersi verso un bond della Finmeccanica Spa con scadenza 24 marzo 2025 (ISIN XS0215093534), il titolo ha un rendimento sempre nell'ordine del 5% e un rating di BB+ (inferiore quindi a Nokia). E con la bufera che si sta scatenando sull'azienda italiana è facile immaginare che i prezzi dei titoli legati a Finmeccanica dovrebbero scendere aumentando le possibilità di guadagni in conto capitale e sulle cedole (ma con un forte aumento corrispettivo dei rischi).

Se invece si guarda al mercato dei titoli di Stato dei paesi di area euro potremmo rivolgerci alle obbligazioni della Repubblica Slovena in scadenza il 26 gennaio 2020. Il rendimento attuale è del 4% circa - ma nelle oscillazioni di prezzo siamo arrivati anche al 4,7% circa, hanno un rating Ba1 ed il seguente ISIN SI0002103057.
In alternativa si potrebbe pensare ad un bond della Repubblica dell'Ungheria in scadenza il 18 luglio 2016. Il rating è lo stesso del bond sloveno e garantisce un tasso d'interesse intorno al 3,5% (ISIN XS0240732114).
Ricordate sempre che oltre al rischio paese, dovete considerare che per un'obbligazione c'è sempre il rischio di perdere una parte del capitale investito se volete vendere il bond prima della sua scadenza...

Credit image by Getty Images

 

 

  • shares
  • +1
  • Mail