Finanziaria 2008, i bonus dell’anno nuovo

Bonus Finanziaria Ottenuta la fiducia alla Camera il Governo prosegue con incedere zoppicante l’iter parlamentare di approvazione della Finanziaria 2008. Sebbene sia prevista per giovedì la votazione definitiva a Montecitorio, ancora molti sono i punti d’ombra sui provvedimenti per le famiglie. Tra vecchi sconti, nuove agevolazioni e bonus confermati, il budget familiare vacilla nell’incertezza. Confermati gli sconti Ici e sugli affitti, i “panieri convenienza” (per calmierare i prezzi degli alimenti) e i congedi parentali, non si ha invece ancora notizia dei bonus dell’anno passato come quello per la rottamazione auto e i computer per i co.co.pro. Facciamo un breve punto della situazione sugli incentivi in previsione per il prossimo anno:

Ici: Arriverà dal 2008 un nuovo sconto Ici sulla prima casa che si aggiungerà a quello di 103,29 euro già esistente. Si tratta di un "taglio'' dell'1,33 per mille dell'aliquota sulle prime case con un beneficio che, però, non potrà superare i 200 euro. Vale per tutti, fatta eccezione solo per ville e case di lusso. Il governo calcola che così il 40% delle famiglie non pagherà l'Ici sulla prima casa per niente.

Sconto affitti: arriva una detrazione Irpef sugli affitti per gli inquilini a basso reddito (300 euro per redditi fino a 15.493,71 euro e 150 per i redditi fino a 30.987,41).
Lo sconto sugli affitti sale per i giovani (20-30 anni) a 991,60 euro. Per gli studenti universitari fuori sede confermato il taglio di imposta pari al 19% dell'affitto se il contratto è registrato.

Asili nido: viene prorogata la detrazione fiscale del 19% per le spese, fino a 632 euro per ogni figlio, sostenute dalle famiglie per gli asili nido (a conti fatti l'importo massimo della detrazione è di 120 euro).

Mutui: aumentano del 10% le detrazioni, facendo salire la soglia degli interessi passivi su cui potrà essere applicata la detrazione del 19%. La spesa da indicare nella dichiarazione per ottenere lo sconto sale così da 3.615,20 euro a 4.000 euro.

Ticket: viene abolito anche per il 2008 il ticket sanitario da 10 euro sulle visite specialistiche e la diagnostica.

Disabili: assegni familiari più pesanti si nuclei familiari con almeno un componente inabile (totalmente) al lavoro e ai figli rimasti orfani. Ma l'entità dell'aumento e le condizioni di reddito per usufruirne saranno stabilite successivamente da un decreto interministeriale. - BUS: la tessera di abbonamento sarà detraibile dalle tasse (per il 19% e per un importo massimo di 250 euro). Vale per il trasporto locale ma anche per i pendolari che si muovono da una città all'altra.

Canone RAI: sarà gratis per gli over-75 se il loro reddito é pari a quello di una pensione minima, 516,46 euro per 13 mensilità.

Ristrutturazioni: I lavori a casa continuano ad essere incentivati dagli sconti fiscali: il 36% sull'Irpef è detraibile anche nel 2008. Sui materiali resta l'Iva agevolata al 10%.
Confermato il bonus del 55% per scaldare la casa con energia 'verde'. Lo sconto potrà essere utilizzato per tutto il prossimo triennio.

Frigo: confermato lo sconto per l'acquisto di frigoriferi a basso consumo (non inferiore a classe A+). Si potrà detrarre dall'Irpef il 20% dell'elettrodomestico nuovo fino ad un massimo di 200 euro.

Panieri convenienza: lotta al caro-pane: saranno istituiti osservatori sui prezzi dei prodotti alimentari a livello locale e si predisporranno 'panieri' nei supermercati con prodotti di largo consumo a prezzi accessibili.

Congedi parentali: cinque mesi a casa con l'80% dello stipendio per il genitore che adotta o prende in affidamento un bambino, come nel caso di maternità naturale.

Bonus figli sportivi: in linea con quanto previsto dalla scorsa finanziaria, la manovra 2008 consentirà alle famiglie di detrarre fino a 210 euro l’anno per l’iscrizione dei minori alle attività sportive ed alle palestre.

Stage per neolaureati: al fine di sostenere l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, si prevede il finanziamento di 30 mila stage per neolaureati a cui verrà assegnato un compenso mensile pari a 400 euro per sei mesi. Alle imprese del Sud che li stabilizzano sarà destinato un bonus di 3.000 euro.

  • shares
  • +1
  • Mail