Monte dei Paschi di Siena: così fan tutti

E' vero, l'affaire del Monte dei Paschi di Siena è frutto della cattiva politica, ma non c'è solo questo.  Quasi nessuno però si sofferma su altri aspetti...

Uno di questi temi trascurati è rappresentato dal numero di operazioni in derivati - e quindi potenzialmente pericolose. Secondo un investment banker intervistato sul blog di Advise Only: “operazioni così sono la norma per banche, assicurazioni e casse di previdenza". E continua "Se si va a scavare un po’ nei vari bilanci sapete quante se ne trovano?”

Il problema sarebbe capire quante operazioni siano state determinate dall'esigenza di coprire delle grosse perdite derivanti da operazioni finanziarie e che il management non vuole fare apparire in bilancio.

I termini per capirlo un'autorità di vigilanza ce li avrebbe - e pertanto potrebbe intervenire per fermare questo tipo di pratica. Chi vuole mascherare il bilancio normalmente chiama una banca d’affari e organizza un'operazione che solitamente prende la forma di un contratto swap.

Questa ovviamente è una delle tante forme possibili. Sul tema sono possibili innumerevoli varianti frutto dell'ingegneria finanziaria. Tutte però hanno delle caratteristiche comuni: Spalmare la perdita che si vuole occultare sull’intera vita del contratto.

In genere prevedono un pagamento iniziale della banca d'affari - o in generale della controparte - a cui corrispondono una serie di minori pagamenti dell'ente che vuole nascondere l'ammanco di bilancio per tutto il contratto...

All'autorità di controllo spetterebbe il compito di riconoscere questa struttura di pagamento e quindi bloccarla per evitare il ripetersi di situazioni simili...

  • shares
  • Mail