Bando giovani ricercatori: precari all’arrembaggio con nuovi finanziamenti!

Bando giovani ricercatoriSono una “ciurma” di oltre 50 mila, in gran parte pagati con fondi provenienti dal finanziamento della ricerca della durata di due-quattro anni, i precari della flotta “ricerca” sul barcone italiano!
Ad affondare ulterirmente la "bagnarola" la riforma dell’impiego pubblico, attuata dal Ministero dell’Economia, che ha penalizzato numerosi giovani ricercatori in tutta Italia, estromessi dai loro seppur precari impieghi nelle PA.

A “tampone” di una vacillante riforma del precariato all’italiana arriva un provvedimento firmato dal Ministero della Salute, che ha pubblicato un Bando di concorso destinato a promuovere la ricerca sanitaria tra i ricercatori di età inferiore a quaranta anni, invitati a presentare un progetto preliminare entro il 15 gennaio 2008.

Alla realizzazione dei progetti possono concorrere, sulla base di specifici accordi, contratti o convenzioni, le Università, il Consiglio nazionale delle ricerche e gli altri enti di ricerca pubblici e privati, nonché imprese pubbliche e private. Per quanto riguarda le imprese private, i finanziamenti non possono costituire aiuti all’impresa, e non devono riguardare progetti direttamente finalizzati al mercato.

Uno stanziamento complessivo di 15.000.000 di euro sarà destinato a tutti i ricercatori, anche a tempo determinato, che operino presso i Destinatari Istituzionali dei fondi di ricerca del Ministero della Salute.
Un comitato costituito da esperti italiani e stranieri, di età inferiore a quaranta anni, provvederà poi ad esaminare e valutare tutti i progetti presentati. Per avere ulteriori dettagli sul bando di finanziamento invitiamo a consultare il sito del Ministero.

  • shares
  • +1
  • Mail