Prestito d'onore: l'università a rate apre ai giovani

Diamogli Credito Il governo investe sull’istruzione dei giovani predisponendo una serie di misure di credito per gli studenti universitari tra i 18 e i 35 anni. Con il nuovo protocollo di intesa siglato congiuntamente da Abi e governo infatti decollerà a partire da febbraio 2008 l’iniziativa “Diamogli credito”.

Facendo domanda ad una qualsiasi delle banche aderenti all’iniziativa gli studenti potranno ottenere un prestito fino a 6 mila euro senza presentare a garanzia di solvibilità né uno stipendio né la firma dei genitori. Garante dei prestiti per l’istruzione sarà il governo stesso con un fondo appositamente costituito presso il Ministero delle Politiche giovanili (10 milioni per il triennio 2007-2009, a cui si aggiungeranno i 3 milioni provenienti dal ministero per le Riforme e l’innovazione nella PA. Queste risorse garantiranno il 50% delle somme finanziate mentre le banche si assumeranno il rischio della restante metà. Si determina così di fatto un meccanismo che può generare circa 660 milioni di euro in tre anni.

Il prestito potrà essere utilizzato per pagare i contributi universitari, partecipare ad un programma Erasmus, iscriversi ad un corso di specializzazione post-universitario (master), acquistare un computer con connessione Wi-fi o pagare la retta dell’affitto dei fuori sede.

Gli unici requisiti necessari saranno l’età compresa tra i 18 e i 35 anni e una soglia prestabilita di merito scolastico.

  • shares
  • +1
  • Mail