No-profit: agevolazioni fiscali per erogazioni liberali

Guida erogazioni liberali Il Natale è più solidale se si mette sotto l’albero un regalo per le schiere di volontari che dedicano il proprio tempo ai meno fortunati. Stiamo parlando di offerte e donazioni alle no-profit. La buona notizia è che le erogazioni liberali sono soggette ad agevolazioni fiscali secondo quanto dettagliato nell’apposita quida dell’Agenzia delle Entrate. Grazie alla detassazione quindi il sostegno agli enti non lucrativi costerà meno.

Il bonus fiscale viene applicato dunque a tutte le donazioni verso i seguenti enti: Onlus, organizzazioni non governative (Ong), università ed enti di ricerca, associazioni di promozione sociale, istituzioni religiose, istituti scolastici, enti pubblici e privati che svolgono attività culturali e artistiche, fondazioni e associazioni che operano nello spettacolo, fondazioni e associazioni aventi per oggetto statuario la tutela, la promozione e la valorizzazione dei beni di interesse artistico, storico e paesaggistico, associazioni sportive dilettantistiche, fondazioni operanti nel settore musicale.

Le agevolazioni fiscali consistono nel riconoscimento, in occasione della dichiarazione dei redditi, di una detrazione dall'imposta lorda o di una deduzione dal reddito imponibile. Oltre alle erogazioni liberali, la guida spiega anche le modalità per destinare una quota dell'Irpef (il 5 per mille), misura che la Finanziaria 2008 proroga ulteriormente, a finalità di interesse sociale. In relazione a questo argomento, si evidenzia che la legge 222/2007 di conversione del Dl 159/2007, ha ammesso al riparto della quota del 5 per mille dell'Irpef, per gli anni 2005 e 2006, anche le associazioni sportive dilettantistiche in possesso del riconoscimento ai fini sportivi rilasciato dal Coni (v. FiscoOggi).

Il sistema tributario italiano prevede comunque numerose agevolazioni fiscali, sia sotto forma di detrazioni d’imposta che come deduzioni dal reddito imponibile Irpef.
È bene ricordare che la differenza tra detrazioni e deduzioni è di natura sostanziale. Infatti, mentre
gli oneri detraibili incidono (in percentuale) direttamente sull’imposta lorda, riducendo di fatto
l’imposta dovuta dal contribuente, gli oneri deducibili sono spese che possono essere portate in
diminuzione dal reddito complessivo rilevante ai fini Irpef, prima del calcolo dell’imposta. Pertanto,
quest’ultima tipologia di spese, riducendo a monte il reddito imponibile, determina un beneficio
pari all’aliquota massima raggiunta dal contribuente.
Ci sono, poi, alcune agevolazioni fiscali, destinate alle erogazioni liberali effettuate dalle imprese che permettono di ridurre il reddito imponibile IRES (v. Guida). Da non dimenticare poi che per alcune finalità di interesse sociale è possibile destinare una quota dell’Irpef (pari al 5 per mille).

  • shares
  • +1
  • Mail