Taxi: l’impennata dei prezzi concede qualche sconto!

Tariffe taxi Scattano i tassametri nella Capitale, con l’adeguamento alle nuove tariffe di dicembre. Dopo la firma dell'accordo tra i tassisti romani e il Campidoglio sono infatti stati confermati gli aumenti delle tariffe intorno al 18% e il rilascio di 500 nuove licenze.

E' in corso in questi giorni l'adeguamento dei tassametri su oltre 7.200 vetture in servizio. Quattro le officine autorizzate al lavoro, con un calendario di 'tarature' che parte dalla licenza numero 4.000 per terminare con la 3.999 entro l'8 febbraio prossimo, al ritmo di circa 1.800 vetture a settimana.

Tra le novità, oltre all’aumento dello scatto alla partenza da 2,33 euro a 2,80 euro, il primo bagaglio gratis e il diritto di chiamata – oltre lo scatto iniziale indicato dal tassametro – se il cliente chiama tramite radiotaxi o colonnina (v. comunicato).

Con diritto di chiamatasi applicherà un extra costo alle chiamate da colonnina, progressivo in funzione della distanza e dunque del tempo impiegato dal taxi per arrivare dal cliente: massimo 2 euro se l'attesa del cliente non supera i 5 minuti, 4 euro se l'attesa è compresa tra 5 e 10 minuti, 6 euro se il taxi arriva dopo 10 minuti.

Le novità non finiscono qui: per le donne che viaggiano sole tra le 21 e l'una di notte, e per chi va o viene dagli ospedali, si applicherà uno sconto del 10% sulla tariffa normale.

Ogni conducente, terminato l'adeguamento del tassametro, riceverà dall'officina il nuovo tariffario da esporre obbligatoriamente all'interno della vettura. La stessa officina appone il bollo che certifica la corretta taratura. A garanzia di totale trasparenza, poi, nei prossimi due mesi la Polizia Municipale controllerà a tappeto tutti i tassametri e apporrà in ogni taxi il proprio sigillo.

  • shares
  • +1
  • Mail