Imu 2012: Portofino il Comune più tartassato

Qualche giorno fa ci siamo occupati del gettito complessivo realizzato dall'Imu nel 2012. Oggi ritorniamo sull'argomento per commentare i dati definitivi del ministero del Tesoro sul gettito dell’Imu raccolta in ognuno degli oltre 8.000 comuni italiani. E il confronto dei dati raccolti permette di capire qualcosa in più sulla distribuzione della ricchezza nel Paese. Non stupisce che in cima alla classifica ci siano gli abitanti di Portofino - in tutto circa cinquecento - che hanno pagato in media poco più di mille euro a testa - esattamente 1.030.

All'estremo opposto ci sono i 1.123 abitanti di Zerfaliu - provincia di Oristano, zona vitivinicola (produce un'ottima vernaccia -: a loro l’Imu è costata in media quanto un paio di pizze d'asporto, ovvero 16,14 euro. Alcuni tra i comuni meno cari si situano nelle cosiddette regioni ricche: come il comune piemontese di Antrona Schieranco - spesa media di venti euro - e Oncino - Imu media di 31 euro.

Tra le citt che pagano di più ci sono ovviamente i comuni con una forte vocazione turistica, infatti oltre a Portofino nei primi posti della classifica troviamo Forte dei Marmi, Capri e Courmayeur, tutti con importi medi intorno ai seicento euro. Relativa sorpresa invece nel trovare all'interno della top ten due paesi della cintura collinare di Torino: Pecetto - "il paese delle ciliegie", con una spesa media di 687 euro - e Pino Torinese con una media di 619 euro - che nel 2011 era la città più ricca d’Italia con 351 residenti che hanno dichiarato centomila euro l’anno.

Se passiamo ai capiluoghi che hanno pagato in media di più per l'Imu, la leadership spetta a Roma con una tassa sulla prima casa che è stata in media di 537 euro, contro i 474 di Torino e i 378 di Napoli. Più dietro troviamo Genova con 372 euro, Cagliari con 350 e Bologna con 320. Ancora più lontana Milano con una tassazione media sulla prima casa di 292 euro.

Se volete comprare una seconda casa e guardate con attenzione a quanto potreste pagare di Imu vi consiglio di comprarla a Celle di Macra, in provincia di Cuneo. In questo piccolo comune a 1.200 metri di altezza che fa parte della comunità montana Valli Grana e Maira, i possessori di seconda casa hanno pagato in media 28 euro di Imu, l'importo più basso in Italia.

 

 

  • shares
  • Mail