Rc Auto: il nuovo contratto base è pronto

Rc auto, ora si può risparmiare. Dal primo maggio prossimo entrerà in vigore il nuovo contratto base che dovrebbe assicurare la mobilità da una compagnia assicurativa all'altra, una maggiore concorrenza nel settore e tariffe più basse per gli automobilisti. Il titolare del dicastero dello sviluppo economico Corrado Passera ha fatto pervenire ieri il decreto ministeriale contenente la nuova formula di assicurazione della responsabilità civile per i veicoli al Consiglio di Stato che fornirà entro 45 giorni un parere obbligatorio.

Dopodiché servirà il lasciapassare della Corte dei Conti e la nuova formula al risparmio dell’assicurazione Rc auto obbligatoria sarà realtà. Secondo il decreto ora all’esame del Consiglio di Stato, organo ausiliario del governo nonché giudice speciale amministrativo, il premio del contratto base verrà stabilito da ogni compagnia assicurativa in relazione alle caratteristiche del cliente - a cominciare dall’età, dalla residenza, dalla classe di merito - e dell’automezzo assicurato.

I costi delle singole garanzie e qualsivoglia servizio aggiuntivo per il cliente offerto dalla compagnia d’assiccurazione dovrà essere specificato e messo nero su bianco a parte.  L’utente potrà così scegliere tra le diverse offerte avendo maggiore consapevolezza di quello che sottoscrive, senza la paura di pagare, appunto senza neache saperlo, per un servizio che non ha richiesto.


Il contratto base soddisferà i requisiti minimi obbligatori e cioè:

  • Massimale minimo previsto dalla legge: 5 milioni di euro per ogni sinistro, con un limite specifico di un milione di euro per i danni a persone e cose.
  • Franchigia, addio: la copertura assicurativa sulla responsabilità civile è completa e basata sul meccanismo di tariffazione bonus/malus.
  • Guida libera e copertura valida a prescindere da chi sia al volante del veicolo.
  • Le rivalse delle compagnie assicurative sugli assicurati sono vincolate al rispetto della casistica prevista dalla normativa.
  • La spesa per l'Rc auto in Italia è di 18 miliardi di euro. Soddisfatto il ministro Passera che rivendica che con il nuovo contratto base in termini di costi:

    lo spazio per il miglioramento è molto rilevante per gli assicurati; non risolviamo tutti i problemi dell'Rc auto, ma facciamo comunque passi nella giusta direzione. (...) Si tratta di un importante passo avanti nella direzione della concorrenza e dell'apertura del mercato a vantaggio dei consumatori.

    Il ministro ha anche sottolineato quanto già fatto in materia come l'abolizione del tacito rinnovo e la lotta contro le frodi assicurative.

    Foto © Getty Images

    • shares
    • Mail