Auto, crollo delle immatricolazioni in Europa: -8,5%

Crolla il mercato automobilistico in Europa. A gennaio 2013 nell’area che comprende i 27 paesi Ue più quelli Efta le immatricolazioni sono calate dell‘8,5% rispetto a un anno fa: è il peggior dato da oltre 20 anni, dal 1990 per la precisione. Si è scesi a 918.280 unità da 1.003.763 auto nuove vendute a gennaio 2012.

I preoccupanti dati sono stati diffusi dall'Acea, l'associazione dei costruttori di auto presenti in Europa. E per Fiat va ancora peggio, il calo di immatricolazioni è pari al 12,4% ben al di sopra della media europea. La quota di mercato del Lingotto è del 6,6%, in aumento rispetto al 6% di dicembre 2012, ma in calo dal 6,9% dell’anno scorso.

Fiat Group Automobiles nel primo mese del 2013 ha immatricolato nella Ue a 27 più i Paesi Efta 61.010 auto. Il marchio è riuscito comunque a contenere le perdite al 4%, facendo segnare 46.899 unità, rispetto alle precedenti 48.843. Andando nel dettaglio degli altri marchi del lingotto Lancia-Chrysler ha ceduto a gennaio il 31,7%, a 6.178 immatricolazioni, un anno fa erano 9.044, Alfa Romeo è calato del 36,8% a 5.638 unità (contro le 8.923 del 2012) mentre Jeep ha perso il 14,5% a 1.981 unità (2.318 nel gennaio scorso).


Sempre secondo i dati diffusi dall'Acea la Gran Bretagna è tra i pochi Paesi europei in controtendenza e fa registrare a gennaio una crescita delle immatricolazioni dell'11,5%. In Italia le immatricolazioni sono calate del 17,6% a 137.745 unità, in Spagna del 9,6% e in Francia del 15%. Maglia nera per la Grecia dove la contrazione delle immatricolazioni ha superato il 34%.

Il Lingotto può consolarsi con la registrata crescita della quota del marchio Fiat che passa dal 4,9% al 5,1% e ciò:

nonostante la pesante penalizzazione del mercato italiano che perde il 17,6% delle vendite

sottolinea l’azienda in una nota in cui si legge ancora dei:

positivi risultati della 500L, ai vertici nel suo segmento.

Nella nota si precisa poi che Panda e 500 sono le citycar più vendute in Europa e che l’ammiraglia Grand Cherokee è tra le dieci auto più vendute del suo segmento. Fiat rimarca poi i buoni risultati raggiunti dal gruppo in Spagna, i volumi sono cresciuti del 22,8%, e in Germania (che si conferma il maggiore mercato europeo dell'auto) dove il brand ha aumentato le vendite del 5,3%.

In Europa a perdere la quota maggiore di mercato è stata la Ford (-25,8%), seguono a ruota Volvo (-16,8%), Peugeot-Citroen (-16,1%) e Toyota (-16,1%). In controtendenza Bmw (+6,4%), Jaguar (+20,6%), Mazda (+13,7%) e Honda (+11,8%).

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail