Basta con il duopolio Alitalia-Air One!

aereo_stop

E sulla polemica che imperversa sopra i cieli italiani (vedi il post di soldiblog sul caso Sardegna) non poteva non esprimersi il presidente dell'Antitrust Antonio Catricalà che ad una tavola rotonda ha detto

"In Italia la liberalizzazione è ferma a più di dieci anni fa. In Italia non c’è stata una vera liberalizzazione e apertura alla concorrenza. - ed ha poi continuato - quello di Alitalia ed Air One – ha poi precisato – non è un duopolio di tipo assoluto ma certo è che sono operate da questi vettori soprattutto le tratte più ricche" (come ad esempio la tratta Roma-Milano).

Alitalia non é certo nuova ai richiami da parte del Garante per la concorrenza. (vedi il post di finanza Blog)

Della mancata liberalizzazione ne hanno sofferto soprattutto consumatori e prezzi. "Un crescente livello di concorrenzialità sulle rotte nazionali – ha spiegato - laddove ha determinato un reale aumento di offerta, ha condotto ad una generale riduzione dei prezzi, proporzionale al grado di competizione e al numero di operatori presenti nel mercato, con evidente beneficio per i consumatori."

Dalla diagnosi alla cura: secondo il numero uno dell’Antitrust serve più precisione negli atti di concessione (che non deve essere eccessivamente prolungata, affinché il titolare sia sottoposto a un confronto competitivo con potenziali concorrenti) in modo da regolare più efficacemente il rapporto tra concedente e concessionario limitando di fatto lo strapotere dei monopoli di fatto!

Da evitare poi che il gestori delle infrastrutture aeroportuali estendano la propria posizione dominante nei servizi a terra (handling) ed in quelli commerciali (nell'aeroporto).

  • shares
  • +1
  • Mail