Poste Italiane: suona la sveglia per 700mila conti dormienti!

Conti dormienti L’operazione “conti dormienti” continua anche in posta. E’ stato appena stilato da Poste Italiane l’elenco completo dei libretti postali “dormienti”, cioè dei “libretti di risparmio postale non movimentati da 10 anni e con saldo superiore ai cento euro”. L’elenco è consultabile negli uffici postali, oppure rivolgendosi al numero verde 800.00.33.22 oppure consultando il sito internet delle stesse poste a questo link.

3.515 pagine pdf di depositi “in letargo” compongono l’elenco elettronico pubblicato sul sito di Poste Italiane.
Ogni conto viene identificato dal numero di libretto di risparmio, considerando che sono 200 libretti per pagina si arriva ad un calcolo approssimativo di ben 700.000 utenti coinvolti!

Come risvegliare il conto che dorme
Gli interessati - si ricorda sul sito delle Poste - hanno tempo sino al 26 agosto prossimo per farsi vivi con l’ufficio postale competente. Altrimenti le somme depositate saranno devolute al fondo creato a favore delle vittime di frodi finanziarie.
Secondo l’Adusbef “se aggiungiamo gli assegni circolari non incassati, le gestioni, le polizze assicurative, e gli altri ‘tesoretti’ giacenti presso altri intermediari finanziari come Sim, gestori del risparmio, compagnie di assicurazioni, compagnie di riassicurazioni e di cauzioni, possiamo arrivare ad 1,5 milioni di posizioni, che seppur scremati col risveglio della raccomandata, potranno superare la somma di 10 miliardi di euro”.

Ci sarebbero oltre 10 miliardi di euro, secondo l'Adusbef, nei conti bancari 'dormienti', fermi cioe' da almeno 10 anni. Solo negli sportelli postali, senza contare i Buoni Postali Fruttiferi, ci sarebbero oltre settecentomila libretti di risparmio ed al portatore, mentre Banca Intesa ne ha segnalato oltre 80.000. La stima di 500.000 posizioni dormienti nelle banche e di 700.000 nelle Poste - secondo Adusbef - puo' portare ad oltre 1.200.000 conti.

  • shares
  • +1
  • Mail