Housing sociale: le case di Milano aprono ai giovani!

Social housing Un esperimento di edilizia sociale sta per decollare nel capoluogo lombardo dove, con due delibere, saranno inaugurati progetti abitativi per i soggetti economicamente svantaggiati.
Dalle giovani coppie ai portatori di handicap, passando per le famiglie numerose con almeno 5 componenti, questi i soggetti interessati dall’esperimento. Si tratterà di un mix abitativo con alloggi a canone sociale, moderato e convenzionato, oltre alla possibilità di vendita a prezzo convenzionato.

A prendersi l’incarico della realizzazione operativa dell’iniziativa il Fondo Immobiliare Etico. La dotazione finanziaria complessiva ammonterebbe a 181 milioni", oltre agli
investimenti sul Fondo sostegno affitti e ai contributi per l'acquisto della prima casa da parte delle giovani coppie (40 milioni).

Otto aree di proprietà del Comune verranno messe in gara per la realizzazione di 2.700 nuovi alloggi (v. comunicato). Di questi il 30% saranno a canone sociale e moderato, il 70% a canone convenzionato. Si procederà pertanto alla realizzazione di tre iniziative di edilizia residenziale sperimentale in locazione, a canone sociale, calmierato e convenzionato, su aree di proprietà comunale site in via Cenni, via Ferrari e Figino per circa 583 appartamenti di circa 70 mq l'uno.
Altri 583 appartamenti, tutti destinati alla locazione, saranno invece realizzati su tre aree grazie a un programma di housing sociale finanziato da un fondo immobiliare etico.

I primi otto lotti, che rientrano in un programma finanziato per 30 milioni dalla Regione e per 20 dal Comune, coprono una superficie complessiva di oltre 225 mila. Queste aree dove si costruirà sono ubicate in via Idro, via Rizzoli, via Marezzate, Ponte Lambro, via Voltri, via Tre Castelli, via Fratelli Zoia e via Chiesa Rossa.

  • shares
  • +1
  • Mail