Le nuove vesti del 5 per mille

5 per mille Dopo le alterne vicende del 5 per mille degli anni scorsi, con la nuova finanziaria arrivano anche nuove certezze. Tra i beneficiari oltre alle onlus anche le associazioni sportive dilettantistiche riconosciute dal Coni.
Ci sarà tempo fino a fine marzo per iscriversi nelle liste dei beneficiari utilizzando la rete dei servizi telematici Fiscoonline o Entratel o ricorrendo agli intermediari abilitati. Il nuovo modello di iscrizione, le istruzioni e il software per la compilazione sono disponibili e direttamente prelevabili dal sito internet delle Entrate. La domanda di iscrizione per il 2008 deve essere prodotta, anche dalle organizzazioni già presenti negli elenchi degli anni precedenti, utilizzando le nuove procedure (v. articolo).

I beneficiari
Nel 2008 sono ammessi alla ripartizione:


  • gli enti del volontariato (Onlus, associazioni di promozione sociale, associazioni riconosciute che senza fini di lucro operano in via esclusiva o prevalente in specifici settori di attività, fondazioni nazionali di rilevanza culturale),

  • gli enti di ricerca scientifica e università,

  • gli enti di ricerca sanitaria,

  • le associazioni sportive dilettantistiche riconosciute dal Coni ai fini sportivi.


Gli elenchi

La formazione degli elenchi degli enti beneficiari prende in considerazione il complesso delle domande di iscrizione che dovranno essere trasmesse, esclusivamente per via telematica, alla stessa Agenzia. Per la formazione dell'elenco degli enti di ricerca e dell'università, la competenza è affidata al competente ministero che acquisirà le domande di iscrizione, anch'esse trasmesse per via telematica. Per gli enti della ricerca sanitaria e le associazioni sportive dilettantistiche, invece, saranno il ministero della Salute e il Coni, a predisporre i rispettivi elenchi e a trasmetterli per via telematica all'Amministrazione finanziaria. I quattro elenchi saranno resi pubblici e consultabili, a partire dal 7 aprile 2008, sul sito internet delle Entrate.

Autocertificazione e procedimento istruttorio
Gli enti iscritti, per attestare il perdurare dei requisiti che riconoscono il diritto al beneficio, sono tenuti a inviare, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno obbligatoriamente entro il 30 giugno 2008, una dichiarazione sostitutiva, redatta su apposito modello scaricabile dal sito dell'Agenzia. La dichiarazione, resa dal legale rappresentante dell'ente, deve essere indirizzata alla direzione regionale territorialmente competente, unitamente alla fotocopia di un documento di riconoscimento di chi sottoscrive la domanda. Per quanto riguarda l'elenco degli enti del volontariato, l'Agenzia ricorda che, per correggere eventuali errori di iscrizione rilevati nell'elenco, occorre rivolgersi, entro il 14 aprile 2008, alle competenti direzioni regionali.

Rendicontazione
La legge finanziaria per il 2008 ha previsto per tutte le tipologie di beneficiari l'obbligo di predisporre, entro un anno dalla ricezione delle somme, un apposito rendiconto da cui dovrà risultare l'effettiva destinazione degli importi assegnati.

  • shares
  • +1
  • Mail