Quanto è salato il pane quotidiano!

Pane salato Prodotto principe dei rincari dell’ultimo anno, il pane ha subito degli aumenti di prezzo vertiginosi con punte di incremento del 25% in alcune zone del Veneto. I rincari hanno origini "lontane e internazionali", tra cui l'aumento dell'80 per cento del prezzo del grano e del 30-40 per cento di quello della farina in un anno. La cosa sorprendente però è che il costo del grano incide sul prezzo del prodotto finale per un esiguo 5%!

A tal proposito il Garante per la sorveglianza dei prezzi, Antonio Lirosi, ha convocato lo scorso giovedì un tavolo di confronto sull’andamento dei prezzi al consumo del pane. Il risultato di convocazioni ministeriali e proteste cittadine è che dal 14 marzo fino al 15 aprile i panificatori italiani potranno applicare su base volontaria sconti sulle tipologie di pane più diffuse e praticare politiche promozionali su tutte le tipologie per le ultime ore della giornata.

“Ho chiesto un’assunzione di responsabilità - ha detto Lirosi - per rispondere ad una situazione di emergenza dovuta al caro vita che è frutto di condizioni internazionali generalizzate. Il prossimo appuntamento con le associazioni di categoria è tra un mese per valutare l’efficacia di questa misura”.

All'appello hanno aderito le associazioni dei panificatori invitate da Mister prezzi a discutere sulla possibilità di far fronte alla situazione di emergenza che si è creata nel settore a partire dalla fine dell'anno 2007.

All’incontro al ministero dello Sviluppo economico hanno partecipato anche rappresentanti del ministero delle Politiche agricole, Unioncamere, industria, artigianato e commercio del settore della panificazione. Secondo le rilevazioni dell’Osservatorio prezzi disposto dal Garante, il prezzo del pane varia notevolmente nelle varie città italiane mantenendo però livelli ritenuti molto alti: si va da 1,90 euro al chilo a Napoli a 2,20 a Bari, 2,26 a Roma, 2,43 a Torino, 2,55 a Palermo, 3,45 euro a Bologna, fino a 3,56 euro a Milano. Questo andamento, secondo gli operatori, ha pesato sull’andamento dell’inflazione e ha comportato una contrazione dei consumi di pane del 6,3 per cento nell’ultimo anno.

  • shares
  • +1
  • Mail