Milano: cittadini virtuali con identità digitale!

E-government a Milano Cittadini virtuali con esigenze estremamente reali. Questo il target dell’accordo siglato a Milano tra comune e Microsoft, in base al quale i cittadini residenti nel capoluogo lombardo aventi almeno 15 anni d’età potranno ottenere gratuitamente una casella di posta personale tramite la quale dialogare con le Pubbliche Amministrazioni.

Un’iniziativa di e-government che punta a snellire le procedure burocratiche e ad accorciare i tempi per la comunicazioni, rendendo più agevole ed interattivo il rapporto tra le amministrazioni ed il cittadino.

E-mail comunale
In base all’accordo, dal 1 aprile 2008 saranno messi a disposizione degli interessati un milione di indirizzi e mail destinati a creare altrettante identità digitali mediante la piattaforma Windows Live: la registrazione sarà gratuita e potrà essere effettuata semplicemente inserendo i propri dati anagrafici, il codice fiscale e il numero della carta d’identità. In questo modo verrà automaticamente attivato un account di posta sul modello nome.cognome@milanosemplice.it che consentirà anche di utilizzare la posta certificata (PEC). Dopo la registrazione, il sistema informatico assegnerà un ID ed una password temporanea, che, dopo 24 ore, dovrà essere modificata dall’utente per diventare definitiva.

Benefici
Da subito saranno disponibili le notizie su eventi, manifestazioni e informazioni sul traffico. Inoltre, al cittadino che invierà via fax la propria carta d’identità, il Comune manderà via mail la scansione del documento e riconoscerà da quel momento in poi, la firma digitale in tutte le comunicazioni dell’utente.
Mediante le nuove caselle di posta, dunque, sarà possibile evitare lunghe code e estenuanti attese al telefono, ma anche inviare comunicazioni burocratiche ed ottenere risposte in tempo reale tramite un sistema di chat.
Stefano Pillitteri, assessore alla Qualità, servizi al cittadino, semplificazione e servizi civici del Comune di Milano, ha orgogliosamente affermato che il capoluogo lombardo è il primo a fornire questa tipologia di servizio a livello europeo ed ha al contempo assicurato che i dati personali dei milanesi non verranno trattati a scopi commerciali e che verranno conservati nella massima riservatezza.

  • shares
  • +1
  • Mail