Borsa: Milano in calo dell'1,54%. Pesa l'incertezza politica

Alla Borsa di Milano l'indice Ftse Mib chiude in calo dell'1,54%, a 15.675 punti. L'All Share dell'1,4%, a 16.644,8906 punti. La forte incertezza politica post elettorale sta stancando gli investitori. Lo confermano i dati sui volumi, fortemente ridotti in settimana, e ulteriormente influenzati dall'entrata in vigore oggi della Tobin Tax sul mercato azionario. Dice un trader a Reuters:

E' un momento di forte incertezza. Molti investitori rimangono alla finestra, cauti nel piazzare ordini prima del week end nel timore che nuovi sviluppi del contesto politico italiano portino nuova volatilità sui mercati.

Crollo del titolo Mediaset che arriva a perdere l’8% sulla scia della richiesta di conferma della condanna a 4 anni di reclusione per Silvio Berlusconi nel processo d’appello appunto sulla compravendita di diritti televisivi Mediaset. Come nota un operatore:

La variabile politica ha il suo peso e chi vende ragiona su un governo senza il Pdl.

Sulle piazze finanziarie europee in generale, che chiudono tutte in territorio negativo tranne Londra (Ftse-100 +0,28%), hanno pesato anche i dati di oggi sulla contrazione dell'attività manifatturiera in Francia e in Inghilterra nonché il lieve peggioramento del quadro economico in Cina e i previsti tagli alla spesa negli Stati Uniti. A Francoforte il Dax chiude in calo dello 0,4%, la Borsa di Parigi lascia sul terreno lo 0,6%, come la piazza finanziaria di Madrid. Lo spread Btp/Bund decennali tedeschi è sui 337 punti base alle 17:30.


Forex - Intorno 20.00, al termine quindi della giornata operativa (8-17) in cui si registrano i maggiori mutamenti di prezzi, il cambio euro/dollaro si attesta su quota 1.3023, euro/sterlina a 0.86701, euro/yen a 121.85.

(in aggiornamento)

  • shares
  • +1
  • Mail