Borse: le chiusure di oggi 7 marzo - Infografica

Le maggiori Borse europee chiudono in moderato rialzo, in scia alle decisioni di Bce e BoJ (la banca centrale giapponese) di lasciare invariati i rispettivi tassi di interesse. Il presidente della banca centrale europea Mario Draghi ha invitato l’Italia a proseguire sulla strada delle riforme, viste anche le previsioni di crescita per l’eurozona, riconsiderate al ribasso. A Milano l’indice Ftse Mib ha chiuso guadagnando lo 0,30% a quota 15.947. La Borsa di Francoforte chiude le contrattazioni con un+ 0,26%, a 7.939,77 punti. Tra i bancari vola il titolo del Monte dei Paschi di Siena, chiudono in territorio negativo quelli di Intesa San Paolo (-1,51%) Unicredit (-0,41%) e Banco Popolare (-1,29%).

Giornata ottima per i titoli del risparmio gestito: Mediolanum guadagna il 4,58% a 4,336 euro, Azimut cresce del 5,72% a 13,50 euro. Buona performance di Eni: +1,46% a 18,11 euro. Secondo alcune indiscrezioni d'agenzie di stampa internazionali la compagnia di Stato cinese Cnpc potrebbe rilevare il 20% del campo in Mozambico per la cifra di 4 miliardi di dollari. Lo spread Btp-Bund tedeschi chiude in calo rispetto ai 320 punti di ieri, a 310, il rendimento del Btp è al 4,59%.

Nel resto d’Europa chiusura positiva anche per la Borsa di Parigi, il Cc 40 sale dello 0,53% a 3.793,78 punti. Francoforte chiude in rialzo dello 0,26%, Dax a 7.939,77 punti. A Londra l'indice Ftse-100 sale dello 0,18% a 6.439,16 punti. A Madrid l’Ibex 35 fa segnare in chiusura un +0,36% a 8.389,10 punti.

Borsa: Milano rallenta dopo la riunione della Bce

Ancora un record storico per Wall Street e anche gli operatori europei possono tirare un sospiro di sollievo dopo la decisione di oggi, attesa ma non scontata, da parte della Bce di mantenere una politica monetaria accomodante mantenendo invariato l’attuale tasso di interesse, allo 0,75%. Dicevamo della borsa di New York che un paio di giorni a questa parte inanella un record dopo l’altro. Il Dow Jones ieri ha chiuso ai massimi storici, a 14.295,85 punti (+0,29%).


Le principali Borse del vecchio continente, in attesa del vertice della Banca centrale europea sui tassi d’interesse, stamane avevano aperto tutte in rialzo: Piazza Affari con l’indice l'Ftse Mib in crescita dello 0,42% a 15.966 punti, Londra con un +0,35%, Francoforte con un +0,16%, Madrid guadagnando lo 0,28%.

Dopo la decisione di non variare i tassi le borse hanno cominciato a limare i guadagni: Milano +0,39% a 16.022 punti, Madrid +0,35%, Parigi: +0,25%. Francoforte e Londra si aggirano sulla parità. A Piazza affari corre il titolo di Monte dei Paschi di Siena (+,584%), bene anche Bpm (+2,72%). Sul mercato secondario Lo spread Btp-Bund tedesco in avvio di contrattazioni era sui 319 punti, poi è sceso a 316 punti.

(in aggiornamento)

  • shares
  • +1
  • Mail