Auto: piovono tasse a consumo dal satellite!

Tasse auto Nessun veicolo passerà inosservato sotto il cielo d’Olanda! Si tratta di una nuova iniziativa con cui il governo intende monitorare i veicoli con un sistema di Gps, facendo pagare le tasse automobilistiche in base all'autoveicolo utilizzato, ai chilometri e alla tipologia di strade percorse, nonché agli orari di percorrenza (v. articolo).

Il monitoraggio satellitare si attiverà a partire dal 2011 per i veicoli commerciali e dal 2012-2016 per le auto private, su cui si pagheranno le tasse in base all’utilizzo.

Il progetto intende disincentivare l’utilizzo dei mezzi inquinanti riducendo le emissioni di CO2, ad esempio guidare un Suv per entrare in città attraverso un'autostrada nelle ore di punta costerà sicuramente di più che muoversi con un'utilitaria in un'area rurale dove l'automobile è più che una necessità.

Come funzionerà? Sarà sufficiente munirsi di un dispositivo Gps, con una trasmittente da posizionare nella vettura (ad esempio un semplice telefono Gsm), che trasmetterà i dati a un computer centrale che processerà poi tutte le informazioni ricevute.

Numerose le voci critiche che denunciano una grave violazione della privacy, ma i garanti del sistema assicurano che le informazioni private degli automobilisti non saranno memorizzate dopo l'effettuato pagamento.

  • shares
  • +1
  • Mail