Benzina a prezzi “lenti” in autostrada

Prezzi carburante Se distributori low cost e fai-da-te non bastano a contenere il galoppare dei prezzi del carburante da oggi si può beneficiare della seconda edizione dell’iniziativa “Fai il pieno per la settimana”.
Sulle autostrade italiane ci si può rifornire di benzina usufruendo di uno sconto di almeno 5/6 centesimi rispetto al prezzo praticato da ogni singolo gestore (tutte le domeniche fino al 6 luglio) sui carburanti in modalità self-service.
La campagna promozionale, che nel 2007 ha visto la partecipazione di oltre 5 milioni di clienti, riguarderà tutte le società petrolifere presenti sulle 210 aree di servizio della rete Autostrade per l'Italia (Agip, Api, Erg, Esso, Q8, Shell, Som, Tamoil e Total).

Per accedere ai vantaggi dell’iniziativa “Fai il pieno per la settimana” (un risparmio di circa 3 Euro caricando 50 litri), occorre riempire il serbatoio di benzina o diesel la domenica nella fascia oraria indicata e alle pompe self-service di tutte le 210 aree di servizio della rete autostradale italiana. Non solo, ma i possessori di Telepass Premium avranno diritto a uno sconto di 8 centesimi a litro (come dire 155 lire in meno per ogni litro). Lo scorso anno l’iniziativa ha coinvolto più di 5 milioni di clienti, certo qualcuno avrà avuto modo di sfruttare più volte lo sconto domenicale. Prettamente pensata per il periodo di inizio estate, l’iniziativa non esclude le altre promozioni pensate dalle singole compagnie petrolifere.

Iniziative “happy day”
Ad affiancarsi all’iniziativa anche una serie di programmi di fidelizzazione da parte dei gestori che ricorrono alle così dette formule dell’”happy day” per accaparrarsi gli automobilisti. Il meccanismo è semplice: bassi profitti su grandi quantità con l'abbattimento dei costi di gestione dovuto principalmente all'assenza di campagne pubblicitarie.

Gli sconti alla pompa però sono previsti in alcuni giorni particolari della settimana e principalmente nella Capitale

Dai dati del libro bianco sulla concorrenza, presentato lo scorso aprile dalla Federazione Italiana Gestori Impianti Stradali Carburanti, emerge che chi predilige il self service può riuscire a risparmiare fino a 150 euro in un anno (da 1,5 a 6 euro su un solo pieno). La caccia all'offerta, però, non è semplice, perché su circa 1.000 distributori presenti nel territorio del Comune di Roma, solo un centinaio offrono la doppia opzione del servito o del fai-da-te.

  • shares
  • +1
  • Mail