Agevolazioni per disabili, arriva una guida!

Agevolazioni per disabili Dai bonus auto alle agevolazioni Irpef, un vademecum sulle facilitazioni fiscali ai portatori di handicap. Queste le novità introdotte negli ultimi due anni:

Figli a carico
L’Agenzia delle Entrate ricorda che dal 1° gennaio 2007 per ogni figlio portatore di handicap fiscalmente a carico spettano le seguenti detrazioni:


  • per il figlio di età inferiore a tre anni 1.120 euro

  • per il figlio di età superiore a tre anni 1.020 euro

Nel caso di famiglie numerose con più di tre figli a carico la detrazione aumenta di 200 euro per ciascun figlio a partire
dal primo.

Le detrazioni sono in funzione del reddito complessivo posseduto nel periodo d’imposta e il loro importo diminuisce con l’aumentare del reddito fino ad annullarsi quando il reddito complessivo arriva a 95.000 euro.

Veicoli
Queste le facilitazioni fiscali previste in fatto di veicoli:


  • la possibilità di detrarre dall’Irpef il 19% della spesa sostenuta per l’acquisto

  • l’Iva agevolata al 4% sull’acquisto

  • l’esenzione dal bollo auto

  • l’esenzione dall’imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà

Mezzi d’ausilio e computer
Le agevolazioni si estendono anche all’acquisto di mezzi tecnici d’ausilio per i disabili:


  • la possibilità di detrarre dall’Irpef il 19% della spesa sostenuta per i sussidi tecnici e informatici

  • l’Iva agevolata al 4% per l’acquisto dei sussidi tecnici e informatici

  • la possibilità di detrarre le spese di acquisto e mantenimento (quest’ultime in modo forfetario) del cane guida per i non vedenti

  • la possibilità di detrarre dall’Irpef il 19% delle spese sostenute per i servizi di interpretariato dei sordomuti

Barriere architettoniche
Sono state estese al 31 dicembre 2010 (31 dicembre) le detrazione d’imposta del 36% sulle spese per la realizzazione degli interventi finalizzati all’abbattimento delle barriere architettoniche

Spese sanitarie
E’ stata inoltre introdotta con la nuova Finanziaria la possibilità di dedurre dal reddito complessivo l’intero importo delle spese mediche generiche e di assistenza specifica

Assistenza personale
Si possono inoltre dedurre dal reddito complessivo gli oneri contributivi (fino all’importo massimo di 1.549,37 euro) versati per gli addetti ai servizi domestici e all’assistenza personale o familiare.
A decorrere dal 1° gennaio 2007, la possibilità di detrarre il 19% delle spese sostenute per gli addetti all’assistenza personale, da calcolare su un ammontare di spesa non superiore a 2100 euro, a condizione che il reddito del contribuente non sia superiore a 40.000 euro.

  • shares
  • +1
  • Mail