Adsl: la rete “scotta” solo in Italia

Adsl Navigare poco può costare molto, almeno in Italia. Certo rispetto ad un anno fa le tariffe della banda larga nel nostro paese sono diminuite a fronte di un maggiore velocità, ma gli operatori sono ancora poco concorrenziali.
La ricerca di mercato condotta da Altroconsumo sulle tariffe Adsl (a febbraio 2008) in 8 Paesi europei (Italia, Spagna, Portogallo, Belgio, Paesi Bassi, Germania, Francia e Gran Bretagna) evidenzia una scarsa differenza di prezzo (meno del 3%) tra la miglior tariffa e l’ex monopolista Telecom Italia: sintomo che la vera concorrenza, da noi, stenta a decollare.

Adsl: quando navigare conviene!

Promozioni a parte l’operatore che risulta al momento più conveniente secondo le rilevazioni Altoconsumo sarebbe Tele2, con tariffe comunque superiori del 120% rispetto alle migliori offerte europee (quella di Talk Talk da 7,70 euro).
Sulla velocità standard l’Italia si aggiudica sempre con Tele2 la terza tariffa più economica a 16,90 euro al mese, ma i costi eccessivi riguardano le velocità elevate.

Telefono e Internet

Sul fronte dei contratti combinati Altroconsumo evidenzia come l’offerta del provider Wooow.it sia la più conveniente: con il suo contratto Liberatutti Formula Zero permette con 29,80 euro mensili di navigare a 7 Mb in download e 384 Kbps in upload e avere telefonate illimitate verso i telefoni fissi.

La fascia di prezzo standard praticata dai provider italiani più economici si aggira comunque intorno ai 40 euro.
L'offerta combinata di Fastweb ha un costo di 44.80 euro ma va ricordato che si tratta dell’unico operatore italiano che offre la fibra ottica. Più alta è invece la tariffa di Telecom: 48,52 euro al mese. Osservando le tariffe verso i cellulari dei 5 contratti italiani, Wooow.it risulta più conveniente di Tiscali, Wind Libero e Fastweb. Telecom ha tariffe al minuto più economiche verso Tim, Wind e Vodafone, ma ha il costo alla risposta che Wooow.it non fa pagare.

Calcolatore delle tariffe di Altroconsumo

  • shares
  • +1
  • Mail