Enel: recessione in Italia e Spagna taglia l'utile

La recessione che colpisce soprattutto i paesi dell'Europa del Sud – in particolare l'Italia e la Spagna che insieme valgono il 60% dei ricavi della società – cala la sua ghigliottina sui conti dell'ex-monopolista elettrico italiano. L'utile netto cala del 79% a 865 milioni.
Pesa sopratutto la svalutazione dell'avviamento delle attività spagnole di Endesa per oltre 2,5 miliardi di euro. Le ragioni? Il gruppo Endesa era stato acquistato ad un prezzo eccessivo, e d'altra parte le politiche del governo iberico in carica comporteranno una diminuzione del flusso di cassa in futuro.


Il risultato finale è che la cedola pagata ai soci sarà pari a 0,15 centesimi ad azione contro gli 0,26 di dodici mesi fa. A compensare i cattivi risultati spagnoli ed italiani sono state le attività di Endesa nell'America Latina e nell'Europa dell'est, oltre ai risultati positivi portati a casa da Enel Green Power e dalle società partecipate che si occupano della distribuzione dell'energia. Tutti queesti fattori hanno permesso di mantere il margine operativo lordo praticamente allo stesso livello dell'anno scorso (a 17,6 miliardi per un -4,9% rispetto all'anno passato...
Secondo la società guidata da Fulvio Conti, il debito dovrà scendere dai 42 miliardi previsti per la fine dell'anno in corso ai 37 del 2017. Un obiettivo da raggiungere attraverso delle dismissioni per sei miliardi di euro.

Potrebbero essere vendute almeno in parte le attività del monopolista slovacco – come le vecchie centrali nucleari. Un'alternativa potrebbe essere rappresentata dalla quotazione delle attività di distribuzione dell'energia...

Enel pensa di ridurre la sua capacità di produzione energetica di almeno 7.000 gigawatt – soprattutto in Italia e Spagna. C'è poi il capitolo esuberi: 3.500 unità di personale in eccesso. Si parla soprattutto di dipendenti vicini alla pensione. Si parla anche di riduzione di contratti in outsorcing. Meglio aumentare la produttività del personale interno all'azienda.

  • shares
  • +1
  • Mail