Canone RAI in via d’estinzione

Canone TV Riduzioni in vista sull’odiato canone, lo anticipano alcune indiscrezioni secondo cui il governo si starebbe apprestando a depositare in Parlamento un disegno di legge.

"Oggettivamente - dice il senatore Alessio Butti, componente della commissione di Vigilanza - il canone è molto elevato. Ma è un'imposta e come tale va pagata. Piu' che l'abolizione, quindi, è possibile immaginare una riduzione, prima per le fasce più deboli e poi, in un secondo momento, generalizzata".

Con un’evasione accertata di 600 milioni di euro il provvedimento intende garantire una riduzione alle persone anziane "che finirebbero per pagare pochissimo", dice Butti, e, a scalare, chi ha un reddito basso. Solo in un secondo momento si potrebbe giungere ad uno 'sconto' per tutti sul canone Rai.

Numerose le polemiche legate all’odiato balzello televisivo a partire dalle Associazioni Consumatori fino ai leader del Carroccio che denunciano non solo l’obsolescenza del balzello ma anche l’iniquità con cui viene applicato, tassando il possesso di computer e ricettori di segnale in generale. Tra le varie “note dolenti” anche il ricorso a pratiche di controllo poco trasparenti.

Il Carroccio solleva infatti il problema dei "falsi ispettori Rai" per la riscossione del canone e il recupero della morosità. L'utente che non intenda più ricevere il segnale Rai può chiedere che il suo televisore sia 'oscurato'. Chi ha disdetto l'abbonamento, quindi, rileva il Carroccio, "ha un solo obbligo: mettere a disposizione dei funzionari della Guardia di Finanza il proprio apparecchio televisivo". "Purtroppo - sottolinea Caparini - la realtà dei fatti e del comportamento del concessionario pubblico è ben diversa e profondamente lesiva dei diritti del cittadino-utente'. E così, rimarca Caparini, ''a coloro che hanno cambiato residenza o domicilio o che non hanno mai sottoscritto un abbonamento alla Rai o che hanno effettuato regolare disdetta del canone può capitare di imbattersi in falsi 'ispettori' della Rai che, in modo subdolo e disonesto, tentano di far firmare un impegno alla sottoscrizione di un nuovo abbonamento alla Rai".

  • shares
  • +1
  • Mail