L'Italia dei furti: l'auto va a ruba!

Furti auto 32 auto ogni ora, questo il triste bilancio dei furti auto nel nostro Paese. 7 auto su 1.000 sparirebbero ogni anno facendo guadagnare all’Italia il primato in Europa.

E' quanto emerge dalla relazione annuale dell'Ania, che ha utilizzato i dati Eurostat per mettere sotto la lente il fenomeno in tutta Europa. Il confronto internazionale, sottolinea l'associazione delle compagnie assicurative, evidenzia un andamento particolarmente negativo per l'Italia. Nel 1995 il numero di veicoli rubati per 1.000 veicoli circolanti era nel nostro Paese pari a 9,2. Un numero alto ma che si confrontava con una media europea di 10,3. Nel Regno Unito l'indicatore era addirittura pari a 19,7, in Francia a 15, valori ampiamente superiori a quelli italiani.

Un’inversione di tendenza
Sotto la media europea (7,3) anche nel 2000 l’indicatore relativo ai furti auto segnalava una frequenza di 6,7 auto ogni mille. I rapporti però si sono col tempo invertiti. Tra il 2000 e il 2006 si è osservata in Europa una forte riduzione dell'incidenza del numero dei furti: il valore medio è sceso da 7,3 a 4,8. Riduzioni molto forti sono state registrate nel Regno Unito (da 12,0 a 6,1), in Francia (da 11,9 a 6,6), in Belgio (da 9,5 a 4,3) e nei Paesi Bassi (da 6,2 a 2,7).

In Italia, invece, puntualizza ancora l'Ania, la tendenza alla riduzione si è arrestata nel 2003, quando l'indicatore ha toccato il minimo storico (5,8). Da allora si è registrata una tendenza all'aumento. In particolare, il nostro è stato l'unico Paese che ha registrato un incremento dell'indicatore nel 2006, con il passaggio dal 6,8 del 2005 al 7,0. Proprio nel 2006 l'Italia è così divenuto il Paese con la più elevata incidenza di furti sul totale dei veicoli circolanti. In valore assoluto, nel nostro paese i furti di veicoli sono stati due anni fa oltre 280.000, circa il 28% del totale europeo, ossia circa 32 veicoli ogni ora.

  • shares
  • +1
  • Mail