Tasse 2013: salasso per autonomi e piccoli imprenditori

Sarà davvero un’estate calda per autonomi, commercianti e piccoli imprenditori che tra giugno e luglio affronteranno un vero e proprio stress test contributivo, in un anno record per la pressione fiscale, salita al 45,3%, dal 42,7 del 2012. La denuncia è della Cgia di Mestre che ricorda le numerose scadenze che attendono i cittadini-contribuenti a cavallo dei due mesi: i versamenti Inps, la tassa annuale di iscrizione alla camera di commercio, il pagamento della prima rata dell'IMU, della Tares, e l'autoliquidazione Irpef (saldo 2012 e l'acconto 2013).

L'ufficio studi della Cgia di Mestre prendendo in esame quattro diverse tipologie aziendali ha realizzato altrettante simulazioni di imposizione fiscale. Ad esempio un commerciante dovrà sborsare nel periodo preso in considerazione tra i 4.452 e i 4.676 euro. Un artigiano tra i 6.948 e i 7.206 euro; una società di persone composta da due soci e quattro dipendenti tra i 17.733 e i 18.409 euro. Per una società di capitali, con due soci e dieci dipendenti, dovranno essere versati tra i 25.401 e i 25.737 euro.

Esborsi a carico di autonomi, titolari di aziende e attività commerciali calcolati dalla Cgia sulla base di due scenari. Il primo, più ottimistico, prende in considerazione l'impiego di aliquote medie per l'IMU e per le addizionali Irpef e una maggiorazione della Tares di 0,3 euro al metro quadrato. L’altro scenario ipotizza invece che le Regioni e i Comuni aumentino al massimo le aliquote dei tributi di loro competenza per il periodo giugno-luglio 2013 con una maggiorazione della nuova tassa sui rifiuti che arriverebbe a 0,4 euro al metro quadrato.

E da luglio dovrebbe scattare, salvo ripensamenti del futuro governo, il temuto aumento dell’aliquota Iva dal 20 al 21%. Ieri il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli ha invitato l’esecutivo che verrà ad abbandonare la misura e mettere al centro del programma di governo la piccola e media impresa. Rete Imprese Italia domani incontrerà Pierluigi Bersani, il segretario del Pd al quale il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha affidato un primo mandato esplorativo per la formazione del nuovo governo.

Foto © TMNews

  • shares
  • +1
  • Mail