Con "Dr. Google" le epidemie vanno in rete

Healthmap Una cartina dettagliata di infezioni e focolai epidemici di tutto il mondo sbarca sul motore di ricerca più diffuso al mondo. Nato dall’incorcio tra GoogleMap e GoogleEarth, il nuovo servizio di mappatura dedicato alla salute si chiama Healthmap. Alla base del servizio sta sempre il fortunato "motore di ricerca" che, utilizzando come criteri di 'searching' il nome del Paese, della malattia o degli eventuali sintomi permette facilmente di risalire al virus di interesse in qualunque angolo del pianeta si trovi.

Il progetto
Aggiornato in tempo reale con i dati provenienti da 14 fonti diverse (tra università e ministeri della salute) il servizio, pensato inizialmente per i medici, sta spopolando anche tra i turisti.
Alla base del processo di pubblicazione delle informazioni c’è una complessa opera di "filtraggio" dei dati presenti in più di 20mila siti internet, tra cui anche blog e forum di privati cittadini. E vista la popolarità che il servizio sta già riscuotendo nella rete Google rassicura sull'attendibilità dei dati riportati: per la mappatura delle crisi sanitarie globali, infatti, "Dr. Google" rimane sempre in contatto con l'Organizzazione Mondiale della Sanità, che garantisce la veridicità delle informazioni aggiornate in tempo reale sulla "Healthmap".

Funzionalità
Anche se dedicato prevalentemente ai lavoratori nel campo della salute, è visitabile da tutti: le zone colpite da epidemie vengono indicate da punti sulla mappa e un sistema di colori indica la gravità della situazione. Il sito è gratuito e finanziato con 450mila dollari dalla stessa Google.
L'interfaccia di Google Health, un grosso planisfero satellitare puntinato da bandierine di colore giallo, arancione o rosso (in base alla gravità del virus) presenti sulle località in cui sono in atto delle crisi sanitarie, è disponibile, per il momento, solo nelle versioni in inglese, spagnolo, francese, russo e cinese anche se si presume non tarderà ad arrivare, come per altri servizi di Google, anche la disponibilità di altre lingue. Con un semplice click ognuno sarà così in grado di visualizzare graficamente quanto è diffusa una particolare malattia nel pianeta, di che cosa si tratta, mediante una breve spegazione del virus in questione, e se allo stato attuale il proprio Paese è interessato da qualche epidemia.

Tutte le notizie di sanità presenti sulla web e non solo, grazie alla mappatura in tempo reale di Google, divengono, in un certo senso, immediatmanete raggiungibili da tutti e visibili attraverso una semplice ed intuitiva cartina geografica, consultabile anche dal meno avvezzo alla rete. Ed è proprio questo l'intento con cui John Brownstein, il "Dr.Google" che sta dietro alla Healthmap, ha ideato la nuova creatura perchè, come lui stesso ha ammesso: "Il Web può giocare un ruolo molto importante nella scoperta di nuove epidemie e nel monitoraggio di quelle già in corso. In ret ci sono molte notizie sulla sanità pubblica. La nostra idea era di renderle accessibili a tutti i modo chiaro".

  • shares
  • +1
  • Mail