Milano e Roma tra le città più care al mondo

Città care Costa cara la vita all’ombra del Cremlino. I dati dell’indagine annuale sul costo della vita condotta da Mercer decretano infatti Mosca la città più cara al mondo mentre agli antipodi troviamo Asuncion in Paraguay.

Nella classifica delle città più care al mondo troviamo anche le italiane Milano e Roma, che superano penisola Grande Mela.
La crisi del dollaro avrebbe ribaltato la classifica portando alla in pole position città asiatiche ed europee.

Lo studio
Lo studio realizzato copre 143 città in tutti continenti e mette a confronto il costo di oltre 200 articoli di consumo comune in ogni località, compresi alloggi, trasporti, cibo, abbigliamento e prodotti per il tempo libero ed è usato da società e governi per determinare le indennità dei loro dipendenti all'estero. E così il Vecchio Continente, complice il rafforzamento dell'euro nei confronti degli altri valute straniere, a dominare la classifica insieme alle città orientali.

La classifica
La capitale russa si conferma per il terzo anno la metropoli più costosa a causa dell'apprezzamento del rublo nei confronti del dollaro e della continua crescita dei costi degli alloggi. Nella classifica del 2008 al secondo posto si piazza Tokyo (al quarto posto nel 2007), seguita da Londra (era al secondo), e quindi da Oslo, che ha guadagnato sei posizioni, e Seoul (era al terzo posto). Secondo Mercer, rispetto agli anni scorsi è aumentato il divario tra le città più care e quelle più economiche ma i rincari di alcune di queste non sono necessariamente legati all'espansione delle economie dei paesi in cui si trovano.

Stanno poi, lentamente, scalando l'elenco delle città più care anche altre località dell'Europa Orientale (Riga, in Lettonia, al 46° posto rispetto al 72° di un anno fa), di Brasile e India. Tutte le città indiane sono infatti salite nella classifica con Nuova Delhi che è passata dal 68° al 55° posto. Al contrario alcune città, come Stoccolma (31° posto dal 23° del 2007) e soprattutto New York (22° posto, è scesa di ben sette posizioni in un anno), sono a sorpresa più 'abbordabili' rispetto ad alcuni centri del Vecchio Continente, come Milano che è salita di una posizione al decimo posto e Roma (16°) in aumento di due posizioni.

  • shares
  • +1
  • Mail