Finanziaria 2009, vizi e virtù

Finanziaria 2009 Un testo programmatico piuttosto leggero quello varato dal Governo Berlusconi per il prossimo anno. La nuova Finanziaria 2009 sarebbe infatti composta da soli 3 articoli e 5 tabelle. Confermati i 2,8 mld di risorse da destinare al rinnovo del contratto degli statali per il biennio 2008-2009, a cui vanno aggiunti circa 200 milioni per i premi ai dipendenti pubblici meritevoli.

Queste le principali misure contenute nella Finanziaria:

CONTRATTI
In arrivo 2,8 mld di euro da destinare al rinnovo dei contratti. Nel dettaglio si tratta di 1,5 mld per la
contrattazione collettiva nazionale di cui 680 mln destinati alle forze armate. A queste risorse si devono aggiungere i 540 mln per il 2008 e il 2009 della vacanza contrattuale, mentre altri 200 mln arriveranno dalla razionalizzazione delle spese dei dipendenti pubblici.

DIPENDENTI PUBBLICI
A partire dal prossimo anno i dipendenti pubblici piu' meritevoli potranno beneficiare di 'un premio', complessivamente pari a circa 200 mln di euro. Si tratta di un piccolo aumento alla voce contrattazione integrativa. Le risorse, per gli aumenti, arriveranno dai risparmi della razionalizzazione delle spese del personale prevista dalla manovra economica approvata dal Parlamento. Ogni sei mesi verrà effettuata una verifica.

SCONTI FISCALI
Sarà operativa fino alla fine del 2011 la detrazione Irpef del 36% delle spese per le ristrutturazioni edilizie, mentre sono previsti incentivi per gli asili nido (detrazione al 19% per un massimo di 632 euro a figlio), formazione per i docenti e abbonamenti (detrazione al 19% per un massimo di 500 euro) a autobus e metropolitana (detrazioni al 19% degli abbonamenti fino a 250 euro l'anno). In arrivo, poi, una serie di interventi come: l'aliquota agevolata Irap per il settore agricolo (confermata all’1,9%), le deduzioni forfettarie per l'autotrasporto.
Confermati gli 'sconti fiscali' anche sul gasolio e gpl per il riscaldamento nelle zone montane e le agevolazioni per le reti di teleriscaldamento alimentate con biomassa o energia geotermica

  • shares
  • +1
  • Mail