Istat: pubblicato il Rapporto annuale 2005. Sono 7,6 milioni i poveri in Italia: l'11,7% della popolazione!

povertà

L'ISTAT ha fatto i conti in tasca agli italiani. (leggi l'Ansa)

Disparità economica, mobilità sociale rigida, sistema economico vulnerabile e frammentario, discriminazione sessuale sempre più forte e alta mortalità delle imprese.

Negli ultimi otto anni in Italia che resta però fra i paesi europei con più alto grado di sperequazione dei redditi. Sono l'11,7% del totale gli indigenti per complessivi 7,6 milioni di poveri (dal 2004 il dato non ha subito aggiornamenti).

Povertà. Soprattutto al Mezzogiorno, dove le famiglie percepiscono circa 3/4 del reddito delle famiglie che vivono al Nord. Pur con molta variabilità, una famiglia su due in Italia ha un reddito mensile netto inferiore a 1.670. Ma ben un milione e mezzo di persone percepisce un reddito mensile basso, mediamente meno 783 euro, e vive in contesti familiari economicamente disagiati.

Chi percepisce i redditi più bassi? Il 28,2% delle donne contro il 12,3% degli uomini; il 36% dei giovani con meno di 25 anni; il 32% di chi ha un basso titolo di studio; il 21% delle persone che lavorano nel settore privato; il 40% dei lavoratori a tempo determinato.

Scarica il video.

  • shares
  • +1
  • Mail