Buoni postali fruttiferi al riparo dalla crisi

Buoni fruttiferi postali Forma di risparmio a basso rischio i buoni fruttiferi corrispondono anche a forme di rendimento piuttosto esigue. In un momento di crisi finanziaria però possono essere il giusto investimento “rifugio” assicurato contro le turbolenze di mercato.
Come anticipato i rendimenti sono estremamente risicati, come tutti quelli delle obbligazioni di Paesi affidabili, però sono una forma di investimento sicuro che presenta una struttura tecnica particolarmente vantaggiosa per gli investitori del tutto inesperti.

Rendimenti
Lo strumento ha un rendimento medio annuo crescente con il passare del tempo ed è rimborsabile in qualsiasi momento senza nessuna penalizzazione dopo un anno dalla scadenza.
Questa caratteristica, rara se non unica nel mercato obbligazionario, mette al riparo il risparmiatore dal pericolo dell'oscillazione dei prezzi delle obbligazioni a tasso fisso.

Le emissioni dei buoni postali fruttiferi cambiano da periodo a periodo. E' buona norma informasi sul sito della Cassa Depositi e Prestiti.

Riassumendo le caratteristiche dei Buoni sono le seguenti:


  • sono garantiti dallo Stato;

  • non comportano alcuna spesa per l'acquisto e il rimborso;

  • gli interessi, maturati per bimestri, possono essere riscossi solo estinguendo completamente il titolo;

  • se rimborsati entro un anno dalla sottoscrizione, non fruttano interessi;

  • sono esenti dall'imposta di bollo e dalle tasse di successione;

  • sono soggetti a tassazione con aliquota del 12,50%, come i titoli di Stato;

  • se non riscossi entro dieci anni dalla loro scadenza sono soggetti a prescrizione, tanto per il capitale che per gli interessi.
  • shares
  • +1
  • Mail