Pensioni: quanto percepiscono gli italiani?


Quattro pensionati su dieci prendono meno di 1000 euro al mese, uno su otto meno di 500 euro. Sono i dati diffusi dall’Istat, e relativi al 2011, che evidenziano quanto siano leggere le pensioni nel nostro Paese, almeno per la maggior parte degli ex lavoratori che già devono fare i conti con la crisi che ha drasticamente tagliato il loro potere d’acquisto.Nel dettaglio il 30,8% dei pensionati italiani percepisce tra 500 e 1.000 euro, il 23,1% tra 1.000 e 1.500 euro, mentre il restante 32,8% prende più di 1.500 euro al mese.

Quanto costano le pensioni? La spesa complessiva per le prestazioni pensionistiche è stata pari a 265.963 milioni di euro nel 2011, il 2,9% in più rispetto al 2010. L’incidenza delle pensioni sul nostro Pil è così salita, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, dello 0,2% fermandosi al 16,85%. Le pensioni di vecchiaia corrispondono al 71,6% di tutta la spesa pensionistica, quelle assistenziali al 7,9%, le indennitarie all'1,7%. Le pensioni erogate ai superstiti di guerra sono il 14,7% e quelle d’invalidità il 4,2%.

Per quel che riguarda la distribuzione geografica il 47,9% delle pensioni viene erogato al Nord Italia, il 20,5% nel Centro e il 31,6% nel Mezzogiorno. L'importo medio all’anno della pensione nel 2011 è stato uguale a 11.229 euro, facendo registrare un +3,2% sull’anno precedente. Il 52,9% della popolazione che percepisce l’assegno previdenziale è formato da donne per un importo medio percepito pari a 13.228 euro all’anno, inferiore del 30,5% rispetto a quanto ricevuto degli dagli uomini (19.022 euro). La discriminazione si riflette nel dato dello studio Istat-Inps che indica come il 53,4% della donne riceva meno di mille euro al mese, a fronte del 33,6% degli uomini.

Quanti sono i pensionati? Sempre nell’anno 2011 i pensionati hanno raggiunto i 16,7 milioni, mediamente hanno percepito a testa 15.957 euro in 12 mesi, 486 euro in più dell’anno prima. Il 67,4% dei pensionati ha solo una pensione, il 24,8% ne ha due; il 6,5% tre e l‘1,4% percepisce 4 o più pensioni. Il 27,8% dei pensionati è sotto i 65 anni, il 49,2% è tra 65 e 79 anni e il 23% ha passato gli 80.

Con l’ultima riforma del sistema pensionistico, quella del ministro Elsa Fornero, gli italiani raggiungeranno nei prossimi un’eta pensionabile tra le più elevate nel Vecchio continente (secondo il presidente dell'Inps la più alta) a fronte però di assegni previdenziali tra i più bassi d’Europa, “grazie” all’introduzione dei nuovi coefficienti di calcolo. Il Codacons denuncia che 2,4 milioni di italiani percepiscono una pensione “da fame”, inferiore a 500 euro. In Germania ad esempio, sempre su dati del 2011, la pensione media per chi ha lavorato 45 anni è di 1.236 euro, mentre chi ha lavorato meno prende in media sotto i 1.000 euro. In Olanda una pensione media è di 1.070 euro, in Spagna superiore a 917 euro.

Foto © TM News

  • shares
  • +1
  • Mail