Bollette del gas più alte?


Le tariffe delle bollette del gas potrebbero non essere più leggere a partire da questo mese di aprile come ha invece stabilito l’Authority per l’energia e il gas. Questo perché 6 compagnie del settore non hanno pagato a Snam Rete Gas il dovuto, con il risultato che si è creato un cratere da 430 milioni di euro, 280 dei quali potrebbero pesare direttamente sulle tasche di imprese e famiglie che li pagheranno insomma sulle bollette del gas, in un arco di 3 anni.

A informare della situazione, spiega Investire Oggi, è lo stesso sito dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas che nel recente aggiornamento trimestrale per le famiglie e le piccole imprese servite in tutela ha disposto a partire da aprile 2013 una riduzione delle bollette dell’energia elettrica dell’1%, dopo il -1,4% di gennaio, e una riduzione del 4,2% di quelle del gas, la prima diminuzione da tre anni a questa parte.

Per il contribuente si tratta di risparmiare circa 60 euro all’anno: 5 euro per l’energia elettrica e ben 55 euro per il gas e ciò grazie alla modifica del calcolo in bolletta della materia prima gas, aggiornato aumentando l’incidenza dei prezzi spot giornalieri. Sul sito dell’Autorità si legge del procedimento sanzionatorio nei confronti delle 6 compagnie che avrebbero dovuto pagare tra dicembre 2011 e maggio 2012 più i 430 milioni di euro a Snam Rete Gas, la società del gruppo ENi che si occupa del trasporto del gas naturale in Italia con i suoi 32mila km di gasdotti. Si allontana così l’obiettivo dichiarato dell’Autorità di settore, quello di un calo di almeno il 7% delle bollette del gas entro fine anno, per 90 euro di risparmio totale a famiglia.

Foto © TMNews

  • shares
  • +1
  • Mail