Detrazioni al 55%: incentivi in caldaia!

Incentivi caldaia Lo sconto fiscale riscalda l’inverno degli italiani! Con oltre 230mila domande presentate dai contribuenti, interventi agevolati per un valore di 3,3 miliardi di euro e detrazioni per circa 1,8 miliardi, il nuovo piano di detrazione per l’installazione di caldaie sembra riscuotere un grande successo.
Si tratta della detrazione dalle imposte sui redditi pari al 55% delle spese sostenute dai contribuenti. Da aprile 2007 a febbraio 2008 (questi i termini per la presentazione delle domande relative al 2007) i contribuenti che hanno scelto di ristrutturare casa o cambiare la caldaia effettuando interventi diretti al risparmio energetico sono stati 106mila.

Incentivi dell'anno nuovo
Ci sarà ancora tempo (fino a marzo 2009), per quanti non abbiano già provveduto, per fruire del bonus. La proroga, si stima, farà maturare ulteriori 80 mila domande per un totale di 130 mila. Come fare ad ottenere il bonus per la detrazione? Prima di tutto beneficiano della detrazione tutti i contribuenti (residenti e non) che possiedono a qualsiasi titolo l'immobile oggetto dell'intervento.

In particolare, sono compresi anche i condomini, per gli interventi sulle parti comuni condominiali, gli inquilini e i soggetti che detengono l'immobile in comodato.

Il bonus è stato prorogato fino al 31 dicembre 2010 dalla Finanziaria 2008 (legge 244/2007), che ha apportato delle modifiche: si parte dall’introduzione della possibilità di ripartire la detrazione tra tre a 10 anni (in precedenza, invece, avveniva sempre in tre anni), l’altra novità prevede l'agevolazione anche all'installazione di altri tipi di riscaldamento, come per esempio pompe di calore e geotermico, e, infine, è stato eliminato l'obbligo di presentare la certificazione per la sostituzione di infissi e per installare pannelli solari.

  • shares
  • +1
  • Mail