Debito pubblico, una questione molto personale

Debito pubblico Nuovo picco per il debito delle amministrazioni pubbliche, che raggiunge ad ottobre la vetta di 1.670 mld di euro, rispetto ai 1.648 mld del mese di settembre. Lo si apprende dalla Banca d'Italia, che ha pubblicato il Supplemento al bollettino statistico su "Finanza pubblica". Si tratta del livello più elevato dell'anno e supera i 1.666 mld registrati in agosto.

La cosa interessa tutti visto e considerato che sulle famiglie italiane pesa un debito “originario” di
81 mila euro (28 mila per ogni cittadino). A peggiorare la situazione dei conti pubblici anche il risanamento di Alitalia, costata allo Stato 4 miliardi di euro.

Bot ai minimi
Nuovo record minimo per i rendimenti dei Bot a un anno che hanno toccato oggi l’1,84%, in calo di 0,793 punti rispetto all’ultima analoga operazione. Nell’asta odierna i titoli a 3 mesi (con scadenza 15 aprile 2009) hanno registrato un calo di 0,805 punti all’1,659% lordo, scendendo sotto il 2% per la prima volta dopo poco più di 5 anni (ottobre 2003), mentre i Bot a 12 mesi sono scesi oltre il precedente minimo storico di giugno 2003 (1,860%), toccando appunto l’1,84%. Robusta la domanda da parte degli operatori, con quasi 20 miliardi di titoli richiesti a fronte dei 13 miliardi offerti (5,5 mld trimestrali e 7,5 mld annuali).

Bene le entrate
Buona notizia invece sul fronte delle entrate tributarie, attestate nei primi 11 mesi del 2008 sui 344 miliardi, cioè il 2,8% in più rispetto ai 334,1 del gennaio-novembre 2007. Nel solo mese di novembre le entrate tributarie sono state pari a 32,7 miliardi (in linea rispetto ai 32,9 miliardi nel novembre 2007).

Enti locali
I dati riportati da Banca d’Italia riportano anche un calo, su base annua, del debito delle amministrazioni locali: a ottobre 2008 si è attestato a 109,4 miliardi rispetto ai 111,8 di ottobre 2007 (2,4 miliardi in meno). In lieve aumento invece rispetto a settembre 2008 quando il debito era a 108,2 miliardi (+1,2 miliardi). Il dato annuo dipende dal calo che si registra per Regioni e province autonome: 42,3 miliardi contro i 45,9 miliardi di ottobre 2007 (-3,6 miliardi). Mentre risulta in crescita contenuta il debito delle Province (da 8,7 miliardi di ottobre 2007 a 8,9 miliardi) e più forte è l’aumento registrato dai Comuni: da 46,8 a 48,5 miliardi. Su base mensile si registra una sostanziale stabilità del debito per Regioni e province autonome (da 42,312 miliardi di settembre a 42,384 di ottobre); per le Province (da 8,915 a 8,995) e i Comuni (da 48,319 a 48,575) ma cresce il debito alla voce "altri enti" (da 8,6 a 9,4 miliardi).

  • shares
  • Mail