Mutui al 4%: cosa c’è sotto?

Mutui Disapplicato dai più e spesso vanificato dalla discesa dell’Euribor, il tetto al 4% dei mutui a tasso varabile continua a destare perplessità.

La misura sbandierata nel decreto anti-crisi è innanzitutto soggetta ad una non trascurabile limitazione: si applica infatti ai mutui a tasso variabile nati a tassi inferiori.
Quelli nati a tassi superiori avranno quel tasso superiore come tetto ed a nulla varrà quel 4%. Si può dire dunque nessun effetto per i mutui sorti dopo la primavera 2007 (v. articolo).

Poco male se si considera che mancano quasi del tutto i decreti attuativi per l’applicazione della norma. Il risultato inevitabile è che molti clienti si ritrovano con una rata che supera il 4 per cento. Del decreto non v'è traccia, anche perché una circolare del ministero del Tesoro concede alle banche tempo per adeguarsi, massimo entro fine febbraio. E se la rata è più bassa o leggermente più alta di quel 4 per cento è solo perché l'Euribor, il tasso di riferimento, è sceso vertiginosamente. Dunque la rata s'è ristretta da sola.

Tre direttori di agenzie visitate a Roma (Unicredit, Montepaschi e IntesaSanPaolo), ammettono che non sono arrivate indicazioni dalla direzione generale, anche se ormai sono inutili. "Contratto alla mano su una rata di 700 euro ci saranno 100 euro in meno, grazie alla diminuzione dell'Euribor", spiegano nella filiale Unicredit. Stessa musica a IntesaSanpaolo: "chi aveva un tasso del 6,1 a giugno, oggi ha il 3,9".

Certo se nel contratto lo spread applicato (cioè quanto viene preso dalla banca per spese e guadagni) era alto, la discesa del tasso sotto il 4 non è scontata. "Qualche caso c'è, ma il decreto Tremonti s'è praticamente vanificato - spiega Mauro Novelli, segretario generale dell'Adusbef - perché i tassi sono scesi. Se ciò non accade i clienti vadano in agenzia e chiedano una diminuzione dello spread. Meglio che passare a un altro mutuo".

Non solo. "Quel tasso del 4 per cento va applicato - spiega Francesca Tedeschi, del sito online Osservatorio finanziario - i soldi pagati in più dovranno essere restituiti ed è bene ricordarlo alla propria banca, che va sempre punzecchiata".

  • shares
  • Mail